Archivio Mensile: febbraio 2012

Babar a Marylebone High Street

alt

Babar a Marylebone High Street, o della decrescita Lo ammetto, fino ad oggi non sapevo chi fosse James Daunt. Ora, oltre a saperlo – è l’amministratore delegato della storica catena di librerie inglese Waterstone’s – provo per lui una profonda simpatia. Perché uno che dice che: «Amazon è un demone spietato ed avido cui nulla […]

I quattro angoli del mondo

Ricominciamo tutto da capo, azzeriamo la scala che ascende che trasporta ai confini e riportiamoci nell’angolo perché una per una le stelle si spengono le luci verdi s’eclissano quelle piccole luci verdi e in modo grossolano ci sfugge completamente e a singhiozzo maledettamente silenziose e poi frastuono e ancora silenzio e di nuovo e di […]

Ostium… oculissimum,/salve, valuistin?

Ostium… oculissimum,/salve, valuistin? (Plauto, Curculio vv.15-16) Per un’antropologia della porta nella letteratura latina: Plauto, Catullo, Properzio. Prima puntata Iniziare una rubrica di letteratura con un’intuizione – pur ammettendo la sua possibile insensatezza – è sempre cosa buona e giusta, almeno per un ragazzino come me. D’altronde, le intuizioni più originali (o più interessanti) ci colgono […]

Dall’enigma della politica alla politica dell’enigmistica

alt

Dall’enigma della politica alla politica dell’enigmistica Eh sì. Ci voleva la rilevazione di Eurostat, l’agenzia di statistica dell’Unione Europea, per scoprire che gli stipendi italiani sono i più bassi d’Europa. L’affanno finanziario del venti del mese non bastava. Perfino i ciprioti prendono di più: 24.770 euro all’anno; noi appena 23.406. Nel rapporto asetticamente intitolato Labour […]

«È bene necessario parere di averle»

alt

«È bene necessario parere di averle» Nella Francia dell’Ancien Régime ai privilegi della casta burocratica si accedeva per nobiltà di stirpe; in Cina si accedeva al mandarinato per chiari meriti: dovevi essere un letterato e sapere a menadito il pensiero di Confucio. Poi, certo, i mandarini si allargavano, e finivano col credere: «che il buono […]

20/02/2012 – L’economia della superficialità

alt

Già dall’antica Grecia, gente che si trovava per caso a pensare, pratica un tempo meno rara di oggi, rifletteva spesso sui concetti di sostanza e forma, e su ciò che differenzia maggiormente l’una dall’altra. Affidandoci al puro e semplice significato della parola, secondo la sua etimologia greca, potremmo dire che sostanza è “ciò che sta […]

Il cielo è plumbeo, l’asfalto viscido di pioggia

alt

Il cielo è plumbeo, l’asfalto viscido di pioggia Il cielo è plumbeo, l’asfalto è viscido di pioggia. Un uomo in grigio con un ombrello azzurro si avvicina a un troneggiante palazzo bianco. Questo non è un Simenon e quell’uomo non è Maigret. È  accaduto oggi, il 20 febbraio 2012: dopo Wall Street il professore è […]

TIME IS… SÌ, TAIM

alt

Time. This is Time! Sia chiaro: a questo pezzo si stava già lavorando da sabato scorso, quando “spunta la luna di Monti” è apparso su Time! Prova ne sia il documento pubblicato nel sito e datato 19 Febbraio. Poi, certo è giunta la copertina-parodia di Papaleo a destabilizzare ancor più gli aggrovigliati Taim, in un […]

La soporosa focaccia della veggente

alt

La soporosa focaccia della veggente L’andamento odierno dei mercati fa capire che l’invenzione più inutile del mondo sarebbe un indicatore di imbecillità, perché c’è già. Incuranti dei tumulti ateniesi le Borse sono partite in pompa magna: il FTSE MIB + 1.3. Ogni considerazione in merito all’insostenibilità delle misure imposte al popolo greco (nuovi licenziamenti e […]