Archivio Mensile: luglio 2012

Anche per l’arte, la nuova America è l’Africa

alt

Anche per l’Arte, la nuova America è l’Africa. Non gioco a far l’economista, non voglio avventurarmi su terreni scivolosi né affrontare argomenti di enorme complessità a colpi di slogan, ma voglio condividere una suggestione. Il Prodotto Interno Lordo pro capite annuo dell’Italia è di 30.500 dollari (dati CIA World Factbook, gennaio 2011); in Germania sono […]

Update 6/7/2012

A suo giudizio, in che modo le materie prime stanno reagendo alla crisi europea? La settimana scorsa i mercati delle materie prime hanno registrato un rally nel momento in cui i leader dell’Eurozona hanno rivelato quali misure intenderebbero adottare per stabilizzare i mercati finanziari. La Germania, intanto, sembra aver finalmente ceduto alla pressione coordinata degli […]

Barclays, la calzamaglia di Gianni Magni, il cagnolone in luglio

alt

Barclays, la calzamaglia di Gianni Magni, il cagnolone in luglio Una cara amica mi chiede un articolo sullo scandalo Libor, e siccome amico, come diceva Camillo Sbarbaro, «è chi non può stare in silenzio»: l’articolo eccolo. È finita nell’occhio del ciclone l’ultima banca privata britannica, Barclays, la terza del paese. L’a.d. Bob Diamond e il […]

Tender blue boy

alt

Tender blue boy È tutto in una canzone che scrisse Nina Simone quando aveva vent’anni, e che oggi canta Diana Krall come nessuno forse ha mai cantato, nemmeno Nina. La canzone è Little Girl Blue, un moderno esempio di quodlibet: più melodie congiunte dal contrappunto. Un tipo di composizione che troviamo al termine delle Variazioni […]