Archivio Mensile: ottobre 2012

L’avevate creduto davvero?

alt

L’avevate creduto davvero? C’è una bellissima canzone di De Gregori, come capita spesso alle canzoni di De Gregori di essere, che scivola a parer mio nella metafisica alchemica ed orfica e che si intitola “Rumore di niente”; inizia così: «L’avevi creduto davvero, che avremmo parlato esperanto? / L’avevi creduto davvero o l’avevi sperato soltanto?». Perché […]

Come si individua il cheapest to delivery per il future obbligazionario nel basket di bonds sottostanti

alt

Il future di un btp o di un bund di per sé non ha un “rendimento”: il future su un bond deriva direttamente dal titolo fisico sottostante. Per esempio sui btp, sottostanti sono tutti i btp con vita residua compresa tra 8.5 e 11 (come si vede bene da questo prospetto della scadenza pubblicato dall’Eurex. […]

Update 10/10/2012

alt

Intervista a Massimo Siano, Head of Italian market ETF Securities   L’oro sta perdendo terreno? Gli investimenti in oro sono rimasti sostanziosi prima della pubblicazione dei dati “US non farm payroll” (salariati nel settore non agricolo) dato che i timori sulla svalutazione della moneta e l’incertezza che sta avvolgendo Eurozona hanno pervaso i mercati finanziari. […]

Gli indicatori costituenti

alt

Gli indicatori principali sono due, le Medie Mobili, e il Canale dei Minimi e dei Massimi: gli indicatori secondari sono gli oscillatori Roc, Stocastico e Volume Oscillator. La Media Mobile Semplice a 200 periodi (MM200) fornisce indicazioni sul trend di lungo periodo, mentre la Media Mobile Semplice a 50 periodi (MM50) funge da spartiacque fra […]

Conoscere lo spread btp/bund – Seconda puntata

In questa seconda puntata dello spread btp/bund, esamineremo invece il metodo di calcolo dello spread come pure differenza di prezzo. La differenza di prezzo viene calcolata in modo molto semplice come prezzo del bund future – prezzo del btp future. I pregi di questo spread sono: 1) è molto semplice da calcolare; 2) si può […]

05/10/2012 – Liberisti cercasi

alt

“Fermare il declino”: mi piace il nome che si concentra al presente e all’azione e che non riecheggia futuri possibili, frusti furori patriottici o vuoti riferimenti plastico – parlamentari. Mi piace la figura di Nosferatu Giannino, apprezzo  la sua capacità di esprimersi in modo sintetico ed adamantino. E sono un lettore, penso attento, di quanto […]

Il rapporto tra copista e manoscritto – Settima puntata

alt

Il rapporto tra copista e manoscritto. Terzo ambito di incertezza L’ultimo ambito di incertezza che richiede una domanda di teoria riguarda l’identità del copista: innanzitutto, chi è? Qual è la sua funzione intrinseca? Sebbene miranti a uno scopo del tutto differente, proviamo a rispondere con le parole del grande mitologo Károly Kerényi (in foto), che, […]