Archivio Categoria: Editoriali

Fatto il governo. Che festa! Che festa! Però quei due allato…

Io penso che i non pochi devoti della Lega che mi scrivono cose un tantinello poltically incorrect (la più bella è «servo del Pd») ogniqualvolta mi permetto di suggerire loro di considerare l’ipotesi che tra Gesù Cristo e Salvini possa esserci uno scarto, penso che pure loro davanti a questa istituzionalizzazione di un partito, il […]

Non di Achille, non di Orlando. Noi abbiamo l’ira di Salvini

Di Salvini al momento dicono due cose. La prima è che è un grande stratega e che dopo aver addossato al Capo dello Stato la colpa del mancato governo, alle prossime elezioni prenderà l’80%, come ha sussurrato D’Alema a Grasso. Il problema è che D’Alema non ne ha mai indovinata una. D’Alema è uno che […]

Ecce Bombo: ve li siete meritati. Facciamo che da oggi si fa politica seriamente?

Niente governo Lega-M5s. Ma perché? Perché così ora Salvini può scatenare la piazza contro il Colle e sperar di seguitare a mascherare una patente verità: non sarebbero mai riusciti a fare mezza delle riforme proposte. Ora avremo Cottarelli e l’esecutivo neutrale, che è una fesseria anch’esso ma meno del governo di cambiamento fatto dall’avvocato devoto […]

La cialtronaggine è l’ultimo lusso che questo Paese ha potuto permettersi

I fenomeni, gli unti dall’improbabile Signore delle smargiassate, Matteo e Gigetto, pensavano che la finanza non contasse un piffero. E lo pensavano per la semplice ragione che non la conoscono. La finanza è una brutta bestia. Ripeto: è una brutta bestia. Non dico che sia necessariamente sbagliato opporsi alle sue logiche, ma quando lo fai […]

La politica impolitica e le coperture scoperte

“Il governo del cambiamento”, così se lo definiscono e pensano che sia una buona definizione. L’ipotesi è sempre quella: che prima c’era il fondo, la sentina, la morchia da raschiare e che dunque qualunque cambiamento non potrà che essere migliorativo. Ma già questo messianesimo tradisce due cose: la supponenza e l’ignoranza. Il messianesimo – ammettiamolo […]

Adesso levatevi dalle palle

Adesso, imbonitori senza idee, senza identità, senza decenza, levatevi dalle palle. Ve lo si chiede con cortesia stracca, forzata, postrema, ve lo si chiede con l’ultimo briciolo di garbo rimasto e che probabilmente nemmeno meritate. Ve lo si chiede perché l’Italia sta sprofondando nella melma quanto il goyesco cane nella rena: un appiglio per le […]

Galli della Loggia: «Ci servono nuovi partiti per rifondare la Nazione». Uno l’ho fondato, si chiama Patria italiana

«Mille segni di crisi – tra cui ultimo di queste ore la clamorosa confisca / cancellazione di fatto, ad opera della nuova partitocrazia, della carica di Presidente del Consiglio – indicano che ormai all’ordine del giorno va messa la Rifondazione della Repubblica. Né più né meno. […] Ci servono nuove culture politiche, nuovi partiti, capaci […]

Sette punti di spread disarcionano i due Fieramosca del giorno prima

Eccola lì la cosa che manca: il coraggio. Eccola lì la cosa che nessuno dice: la libertà non te la regala nessuno. Ed il diritto all’autodetrminazione dei popoli, se non puoi autodeterminare l’entità e la modalità della tua spesa, è carta straccia. A tutti coloro che pensavano che l’Italia fosse uno stato sovrano ed a […]

L’Europa ci mette il becco: perché è un’oca. Una soluzione ci sarebbe, a Mortara…

Quelli coi sassi alle porte oggi erano in tre, come i tre porcellini: Dombrovskis, Avramopoulos e Katainen, rispettivamente vicepresidente della Commissione Ue, Commissario Europeo alla Migrazione e vicepresidente della Commissione. Timmy Dombrovskis: «È chiaro che l’approccio alla formazione del nuovo Governo e l’approccio rispetto alla stabilità finanziaria deve essere quello di rimanere nel corso attuale, […]

La leva per la ripresa? Ridare diritti ai lavoratori. Non lo vedo nel programma brasiliano

Ce la faranno Lega e Movimento 5 Stelle a trovare un’intesa di governo? A trovarla davvero, probabilmente no, ma a simularla sì, certamente. Entrambi i partiti sanno che se non formeranno un governo questa volta la prossima volta non ci sarà. Sanno di avere raccolto il massimo dei voti raccoglibile emotivamente, facendo leva sulla pancia […]