Archivio Categoria: Editoriali

«Recessione: governo ladro!». Sinistra, vergognati!

Oggi ritorno a scrivere di politica ed economia, due temi che mi appassionano perché sono il presupposto del vivere civile, che è poi, per quanto mi riguarda, il vivere tout court. E l’occasione è ghiotta. Ieri question time alla Camera. Il ministro dell’Economia Giovanni Tria, rispondendo ad un’interrogazione di Leu, assicura: «Il Documento di Economia […]

La Lega non deve nulla: si chiama ragion di Stato

La Corte di Cassazione ha depositato ieri le motivazioni con cui accolse il 12 aprile il ricorso della procura di Genova contro la decisione del Tribunale del Riesame, sancendo che il tesoro della Lega va sequestrato «ovunque si trovi». Per mare, per terra, per cielo. Le forze del bene sapranno ricacciare la corruzione ed il vizio […]

Draghi a dicembre fermerà il QE: ma non perché c’è la crescita, perché è stato inutile

Qe sta per Quantitative easing che sta per “alleggerimento quantitativo” che sta per politica monetaria ultra-espansiva, che sta per questo: la Banca centrale di riferimento (la BCE nel caso europeo) stampa soldi nuovi con cui compra sul mercato finanziario titoli di Stato (principalmente). Avrei potuto dirvelo in 10 righe ma ho preferito dirvelo in due: […]

Ragazzi: l’economia va a rotoli e l’Iva aumenterà. Accademici: volete trovare un briciolo di coraggio ed aiutare il Paese? Conta solo la carriera? Non posso credere

Sentite cari lettori, io voglio bene a tutti, però francamente che debba ricevere mail in cui mi si dice che devo «lasciar lavorare in pace i due ragazzi» mi pare eccessivo. I due ragazzi – di meno il premier, lo sappiamo tutti – si accingono a governare l’Italia e non è che puoi lasciar loro […]

Tra adulatori ed altri «che mai non fur vivi»

Paolo Mieli per certi aspetti è fenomenale. Se leggi il suo fondo odierno lo capisci. Udite! Udite! «Colpisce la stravagante eterogeneità delle iniziali sortite d’opposizione al governo presieduto dal professor Conte. Certo, siamo solo ai primi passi di questa esperienza ed è fisiologico che le prese di posizione antigovernative – sia a destra che a […]

Un compitino nel giorno dei lavoratori: rileggete l’Articolo 4 – Tra Buster Keaton ed idoli zoomorfi

Costituzione italiana, Articolo 4 La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società. Dal momento che il […]

Patria italiana esiste. Voi?

Una delle cose più divertenti, quando si fonda un partito, oggidì, è interfacciarsi con gli amici giornalisti che la notizia no, non la vogliono dare. La scusa più gettonata è che «il gradimento degli italiani verso la politica e i partiti è ai minimi», riporto con filologica cura dal messaggio di un amico attualmente in […]

Questa cosa non è politica

Sapete cos’è che non va? Che seguitiamo a chiamare questa cosa “politica”. Prima una legge elettorale che avrebbe certamente condotto all’ingovernabilità, o quantomeno all’ingovernabilità “politica” del Paese. Lo si sapeva dapprima, la si è voluta apposta. Poi le finte alleanze impossibili, ma davvero impossibili, come il diventare adulto del barone rampante. E dunque tutto questo […]

Facebook e la privacy: quale la pagliacciata più grande?

Lo scandalo Facebook, stretta in Europa e in Usa ai social network, Cambridge Analytica, Steve Bannon, ma di che cosa stiamo parlando? Dell’ovvio, cioè del fatto che i social ci rubano i dati, però ci ordinano di strabuzzare gli occhi, in questo enorme teatrino del simulmondo in cui ogni volta che firmi a tutela della […]

L’intellighenzia di sinistra corre sul carro pentastellato. Ma davvero?

Nel suo fondo sul “Corriere” odierno Paolo Mieli lamenta: «l’incredibile corsa del ceto medio riflessivo della sinistra italiana in vista di un balzo sul carro dei Cinque Stelle nei minuti successivi alla proclamazione dei risultati delle elezioni politiche». Ora, a parte che “riflessivo” sta per “paraculo” e dunque non si capisce che mai ci sia […]