Archivio Categoria: Editoriali

L’intellighenzia di sinistra corre sul carro pentastellato. Ma davvero?

Nel suo fondo sul “Corriere” odierno Paolo Mieli lamenta: «l’incredibile corsa del ceto medio riflessivo della sinistra italiana in vista di un balzo sul carro dei Cinque Stelle nei minuti successivi alla proclamazione dei risultati delle elezioni politiche». Ora, a parte che “riflessivo” sta per “paraculo” e dunque non si capisce che mai ci sia […]

Il nuovo: sito e newsletter. Il già esistente è il libero pensiero

No, non è esattamente un pomeriggio dorato, non è il golden afternoon di Alice: nevica. E tuttavia chi l’ha detto che il Cappello matto disdegna la neve? Dunque accomodatevi intorno a questo tavolo di parole e scegliete il miglior biscotto al burro per il tè. Esattamente come the Mad Hatter e diversamente dai politici che […]

La democrazia ristretta per censo ed i parlamentari con il debito da ripianare: oppure il pensiero. Vedete voi

Dicono di amare la storia e cantano La Storia di De Gregori. Ma lo faccio anch’io, che non avevo nemmeno vent’anni quando uscì. L’album era Scacchi e tarocchi. Ci sono cresciuto, cantandole. Quella che mi è sempre venuta meglio è Pezzi di vetro, accompagnata con la chitarra. Sento dire molti amici di sinistra che hanno […]

Calenda contro i mulini a vento. Ma no, di più

21La decisione della Embraco, società di proprietà brasiliana controllata dalla gigantesca multinazionale stellestrisce Whirpool Corporation, di cessare la produzione di compressori per frigoriferi nella fabbrica di Riva presso Chieri, città metropolitana di Torino, ha condotto al licenziamento di 497 addetti su 537: i quaranta salvati manderanno avanti l’ufficio commerciale. Ma di produrre in Italia non […]

L’Istat: «uno scenario di minore intensità nella crescita economica». Ma dai?

Si dice «mettere le mani avanti» e significa prevenire situazioni difficili o spiacevoli. Lo sta facendo l’Istat in merito alle magnifiche sorti e progressive delle previsioni di crescita del Pil 2017. Dopo la sparata novembrina di un rialzo dall’1% all’1,5% ci si è accorti ora che l’indicatore anticipatore si è ingobbito, ci si è accorti […]

Il mondo trema: violato il sito del Pd fiorentino

alt

Il mondo trema: violato il sito del Pd fiorentino Un gruppo di hacker “professionisti” – o almeno così viene definito dai media, anche se ritengo abbastanza improbabile che codesti giovinastri con codeste bravate ci facciano soldi a palate – pare sia riuscito nell’intentato intento di violare il sito del Pd fiorentino. Non già il sito […]

Grillo, il panda, e la bestialità che dice e che nessuno vede

alt

Grillo, il panda, e la bestialità che dice e che nessuno vede Il terzo racconto poliziesco di Edgar Allan Poe è celeberrimo e si intitola La lettere rubata. È una lettera compromettente, che nessuno deve trovare. E che invece è nelle mani dell’amorale ministro francese D, che certo la userà nel modo peggiore e che […]

Mattarella: «I cittadini non restino a guardare». Spera che sì, Presidente

alt

Mattarella: «I cittadini non restino a guardare». Spera che sì, Presidente L’appello antiastensionismo pronunciato dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, spiega da solo perché questa democrazia non è in grado di autoriformarsi, ma nemmeno di trovare un briciolo di dignità da parte di coloro che la governano. Ecco l’appello: «I cittadini non restino a guardare». […]

Il ricco che sta con il povero: il paradosso della democrazia mediatica

alt

Il ricco che sta con il povero: il paradosso della democrazia mediatica Leggo che una possibile sfidante di Donald Trump alle presidenziali del 2020 potrebbe essere la popolarissima star televisiva Oprah Winfrey, “la Regna di tutti i media” ed anche il più ricco individuo afro-americano del secolo passato. Notazione questa, vi prego di considerare, non […]

Marchino Carrai: non è vero che Ghizzoni è tuo amico. È vero che Matteo ormai gli fa come i’nonno alla nonna

alt

Marchino Carrai: non è vero che Ghizzoni è tuo amico. È vero che Matteo ormai gli fa come i’nonno alla nonna  Dai è fantastica. Ghizzoni dapprima dice che la Boschi gli propose di valutare l’eventualità di acquisire Banca Etruria non per interesse familiare ma per la preoccupazione degli effetti sul territorio generati dalla crisi che […]