Archivio Categoria: Editoriali

11.11.11

11.11.11 Il giorno dell’endecasillabo   Sì, lo so che a distinguere l’endecasillabo non sono le undici sillabe ma l’accento dell’ultima parola del verso sulla decima sillaba, e tuttavia, il più delle volte è così. E dunque, domani è il giorno dell’endecasillabo, il giorno che più 11 di così non si può. Nel mezzo del cammin […]

«L’Italia è finita!». Si desti!

«L’Italia è finita!». Si desti! Leggo in una nota d’agenzia che Barclays dice che “L’Italia è finita”. Ma non vi viene da rispondere: “Le palle”?  Più o meno come quelle dell’Apollo dipinte in volta a schifo da Giulio Pippi detto Romano nella Camera del sole e della Luna, a Mantova, entro  Palazzo Te. “A schifo” […]

Quel lunedì che invertirono i tassi

Quel lunedì che invertirono i tassi Lunedì 7 novembre del corrente Anno Domini invertirono i tassi: il Buono Poliennale del Tesoro a 5 anni venne remunerato più di quello a 10. Tre volte negli ultimi quarant’anni l’inversione della curva dei rendimenti anticipò la recessione economica. E la curva dei rendimenti è il più affidabile segnale […]

Alla sorte, un cartello

 Alla sorte, un cartello di matematica disfida Che cos’è mai il trading, se non una matematica “disfida” lanciata alla sorte? “Matematica disfida”: così era chiamata nel Cinquecento una tenzone tra matematici, uno dei quali in brama di diventar famoso (o più famoso) di quanto già non fosse. Esattamente come nel pugilato: come quando nell’80 “Manos […]

“I grandi investitori” di Glen Arnold: value investing vs growth investing

“I grandi investitori” di Glen Arnold: value investing vs growth investing Noi tutti sappiamo che l’investimento, rispetto alla speculazione, ha un respiro più ampio, certamente dal punto di vista temporale e quasi sempre anche dal punto di vista monetario. Molti di noi sono disposti a investire grosse cifre ma non a “puntare” grosse cifre su […]

Presentazione

Presentazione Buongiorno a tutti e benvenuti, eccomi a presentarvi una casa editrice che porta il mio nome, ma che non vorrei fosse soltanto mia. Vorrei fosse anche vostra, perché desidererei apprezzaste i libri che pubblicherò al punto da condividerne la scelta, da percepirne l’idea sottesa, che è poi l’idea che esistano buone cose da leggere, […]