Update 06/02/2014

alt

Massimo Siano, Responsabile Italia e Francia di ETF Securities

Partiamo dalla consueta panoramica sul mercato delle commodity, focus sull’oro questa settima

Gli investitori hanno aumentato le esposizioni sugli ETP sull’oro negli ultimi cinque mesi la scorsa settimana dato che il metallo giallo ha riacquistato la sua reputazione di protezione del portafoglio in un momento in cui i mercati emergenti stanno continuano ad affrontare turbolenze. Il proseguimento del tapering da parete della FED ha aggiunto pressione sui  mercati emergenti dipendenti dai flussi dei capitali esteri. Al ritmo attuale di 10 miliardi di dollari americani l’iniezione di liquidità si concluderà entro la fine del 2014. Con una serie di responsabili politici dei Paesi Emergenti che esprimono preoccupazione per l’uscita non-coordinata dagli stimoli dei Paesi industrializzati, gli investitori sembrano continuare a vedere valore nell’oro come copertura contro un deragliamento della ripresa globale. L’oro ha sovraperformato le azioni finora nel 2014, e potrebbe risultare di ulteriore attrazione per gli investitori. Nel frattempo, vi è stato un altro brusco abbattimento delle temperature negli Stati Uniti che ha indotto ulteriori prelievi di stoccaggio di energia, portando ad aumenti dei prezzi in tutto il settore.

Gli ETP long sull’oro hanno visto i più grandi afflussi da agosto 2013, riacquistando lo status di bene rifugio.

Gli ETP long sull’oro hanno visto afflussi per  44 milioni di dollari americani, soprattutto i prodotti fisicamente garantiti. A seguito del forte deprezzamento del Peso Argentino e della Lira Turca nelle ultime settimane e dell’inferiore stimolo monetario da parte della Fed, ci sono probabilità di vedere ulteriori flussi provenienti dai mercati emergenti  con l’oro che rischia di essere un beneficiario chiave dato il suo status di copertura dal rischio. L’acquisto di oro da parte della Cina è aumentato del 51% nel mese di dicembre, portando le importazioni nette del metallo a 1.108,8 tonnellate nel 2013 (un aumento del 33% rispetto al 2012).

alt

Per quanto riguarda il comparto energia quali tendenze si sono osservate nell’ultima settimana?

Gli ETP long sul gas naturale, hanno visto 40.9 milioni di dollari americani di deflussi sul profit-taking e gli ETP short sono saliti dopo l’aumento di prezzo, il  più elevato degli ultimi quattro anni. Il prezzo di riferimento del gas Henry Hub è salito a seguito delle temperature estremamente  fredde negli Stati Uniti che hanno guidato ingenti prelievi di stoccaggio di energia. Storicamente febbraio segna l’inizio di un periodo di un calo stagionale dei consumi di gas naturale. Di conseguenza le posizioni degli investitori sono state in declino sulla domanda e hanno ritirato le loro elevate posizioni long collocando 9.1 milioni di dollari americani in posizioni short, la più alta somma dal giugno 2011.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.