Update 12/03/2015

alt

di Massimo Siano, Head of Southern Europe per ETF Securities

Il WTI continua ad attirare le attenzioni degli operatori

Il taglio dei tassi di interesse della Cina nel weekend hanno impostato il tono per un’altra settimana che sembra essere dominata da attività di politica monetaria. Una serie di incontri delle Banche Centrali a livello mondiale non mancherà di tenere gli investitori concentrati sulla possibilità di una ulteriore sorpresa di un allentamento monetario in risposta alle pressioni deflazionistiche.

22ma settimana consecutiva di afflussi sugli ETP lunghi sul WTI. Gli investitori continuano a richiedere l’esposizione sull’US Crude Oil con ETP lunghi sul WTI segnando 50,7 milioni di dollari americani di afflussi con il prezzo che rimane attraente a livelli bassi. Questa settimana il WTI è sceso molto più rispetto al suo omologo globale provocando lo spread del crude benchmark più alto in 13 mesi. Il calo settimanale del 5,8% del WTI è stato guidato dai rapporti sulle scorte del greggio Statunitensi aumentate del doppio di quanto previsto la scorsa settimana, alimentando i timori che lo shale oil stia causando un eccesso dell’offerta nel mercato del petrolio statunitense.

L’estensione del piano di salvataggio greco innesca deflussi dall’ETFS Physical Gold (PHAU). I ministri delle finanze Europei hanno raggiunto un accordo per fornire alla Grecia altri quattro mesi di fondi di salvataggio, se verranno soddisfatte determinate condizioni circostanti budget, la spesa e la riscossione delle imposte. Il risultato ha portato gli indici azionari a livelli record e indotto gli investitori a spostarsi dai beni rifugio. Come risultato, il PHAU è stato testimone di 33 milioni di dollari di deflussi, invertendo gli afflussi dalla settimana precedente. Il prezzo dell’oro è sceso in risposta all’accordo, ma pareggiando le perdite con la testimonianza di Janet Yellen al congresso che è stata interpretata relativamente dovish dal mercato.

alt

Il platino vede afflussi con il più grande produttore che ha tagliato le spese di investimento. Il platino ha segnato il minimo degli ultimi cinque anni durante la settimana prima di un rally del 0,9% quando Impala, il secondo produttore di platino al mondo, ha rivelato che intende tagliare spese di investimento nel corso dei prossimi due anni in risposta ai prezzi bassi del platino. Il mese scorso ha visto 67 milioni di afflussi sugli ETP sul platino lunghi in quanto gli investitori si sono posizionati per un recupero a partire da condizioni di offerta più rigorose.

I prezzi del frumento depressi hanno attirato afflussi verso gli ETP lunghi sul grano. L’ETFS Wheat (WEAT) ha visto i massimi afflussi dal luglio dello scorso anno. Gli investitori stanno guardando all’attuale basso livello dei prezzi come una potenziale opportunità di acquisto. I prezzi sono scesi del 14,7% da inizio anno con le esportazioni statunitensi di frumento che hanno visto forte concorrenza sui mercati internazionali da parte dei concorrenti europei. Inoltre, il sentimento ribassista è stata stimolato da un rapporto rilasciato dall’USDA che prevedeva che i livelli di scorte di grano Statunitensi raggiungeranno il più alto livello su base pluriennale per l’anno di raccolto 2015/16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.