Update 14/01/2016

alt

di Massimo Siano, Head of Southern Europe per ETF Securities

La debolezza degli indici PMI cinesi innesca il panico globale e il sell-off

– La contrazione dei dati PMI cinesi su manifattura e servizi ha determinato un sell-off sul mercato all’inizio della scorsa settimana, incidendo su azioni e commodity, con il petrolio che ha raggiunto i minimi da 11 anni e l’oro che è cresciuto di oltre il 4%.

– Gli ETP sul petrolio hanno registrato afflussi la scorsa settimana, aggiungendosi a quelli dell’anno precedente. Gli ETP sul petrolio hanno attirato i maggiori afflussi sulle commodity lo scorso anno dopo il crollo del 33% dei prezzi del petrolio nel 2015 e hanno favorito la ricerca di affari.

– Gli ETP sull’oro e sulle commodity hanno registrato afflussi con la revisione dell’esposizione degli investitori dalle azioni agli asset rifugio come l’oro.

I bassi prezzi del petrolio portano ulteriori afflussi sugli ETP sul petrolio. I prezzi del petrolio hanno raggiunto i minimi da 11 anni dopo che gli indici PMI manifatturiero e servizi elaborati da Caixin e diffusi lunedì hanno rinnovato il pessimismo sulle prospettive di crescita della Cina e la domanda di risorse naturali di quest’anno.  La scorsa settimana, il Brent è sceso a 33.75 dollari americani al barile (-9.5%) e il WTI a 33.27 dollari al barile (-10.2%). Le tensioni fra l’Arabia Saudita e l’Iran hanno sorretto i prezzi del petrolio per breve tempo nella giornata di lunedì, in seguito si è però verificato il rapido crollo dei mercati azionari globali. Il calo delle scorte di petrolio americano della scorsa settimana sembra essere passato inosservato, con il mercato focalizzato sul più ampio sell-off ciclico. Nonostante il declino delle scorte registrato la scorsa settimana, gli stock di petrolio americano restano in modo significativo al di sopra della media storica e l’eccesso di forniture globali di petrolio continua a incidere sui prezzi. Le prospettive di ripresa dei prezzi nel medio periodo rientrano comunque nel consensus generale. Gli ETP sul petrolio hanno registrato afflussi per 43 milioni di dollari americani la scorsa settimana dopo un anno di forti afflussi pari a 1.46 miliardi di dollari americani, i più ampi fra gli ETP sulle commodity di ETF Securities.

alt

Il sell-off sul mercato globale porta benefici all’oro. Nella prima settimana del 2016 l’oro ha mantenuto lo status di bene rifugio. Le borse cinesi sono state obbligate a fermare il trading numerose volte nell’ultima settimana, scatenando il panico sui mercati globali. Questo ha portato a un aumento del 4.4% dei prezzi dell’oro e gli ETP sull’oro hanno visto afflussi netti per 11.1 milioni di dollari americani, i maggiori da metà novembre. Gli ETP sull’oro hanno registrato deflussi pari a 1.26 miliardi di dollari americani lo scorso anno, i maggiori fra le commodity, poiché il dollaro americano forte e i rialzi dei tassi hanno inciso sul prezzo del metallo. I prezzi dell’oro faranno diminuire parte dei suoi aumenti entro venerdì grazie alla speranza che la sospensione del circuit breaker in Cina calmi il mercato. I robusti dati dei non-farm payroll americani diffusi venerdì potrebbero anche apportare ulteriore pressione ribassista sul metallo giallo questa settimana.

Il 2016 sarà un anno di svolta per le materie prime? Mentre le commodity subiranno l’effetto del sentiment molto negativo sulla Cina, riteniamo che la forza del dollaro americano andrà incontro a un declino quest’anno, così da eliminare uno degli elementi che incidono sui prezzi delle commodity, con l’oro che ne riceve il maggiore beneficio. Il petrolio dovrebbe progressivamente recuperare in quanto i prezzi deboli diventano economicamente insostenibili per i Paesi dell’OPEC. I tagli al capex del settore minerario e alla produzione dovrebbero incidere sulle forniture, con un effetto rialzista sui prezzi di alcuni metalli. La scorsa settimana ha registrato afflussi per 18.9 milioni di dollari americani negli ETP sulle commodity, segnando la terza settimana consecutiva di afflussi sui panieri ampi. I panieri di commodity hanno visto afflussi totali nel 2015 per 232.2 milioni di dollari americani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.