Update 17/10/2012

alt

Intervista a Massimo Siano, Head of Italian market ETF Securities

Come stanno reagendo gli investitori alla crisi europea?

La domanda di Gold ETP è stata costante anche la scorsa settimana, a causa della Spagna sempre più vicina a un salvataggio sovrano e dell’allarme del Fondo Monetario Internazionale sulle banche europee che potrebbero aver bisogno di vendere entro il 2012 asset per un valore di 4,5 mila miliardi di dollari. Come ulteriore conferma della precaria situazione in Europa, l’agenzia di rating S&P ha declassato la Spagna di un gradino, adesso sotto il livello spazzatura. Nel frattempo la disoccupazione in Grecia ha raggiunto più di un quarto della forza lavoro domestica. Con rischi di coda ancora elevati e la crescita globale che sconta forti difficoltà, la politica monetaria delle maggiori banche centrali sembrerebbe destinata a rimanere tale per qualche tempo. Questa situazione insieme alla ripresa della domanda da parte di Cina e India, probabilmente manterrà il sentiment positivo degli investitori nel considerare l’oro come asset class strategica e continuerà, quindi, a sostenere i flussi degli ETP che ad esso sono correlati.

 

Quindi, l’oro non passa mai di moda?

Secondo il Census and Statistics Department of Hong Kong, la Cina ha importato 512 tonnellate di oro nei primi otto mesi del 2012 rispetto alle 431 tonnellate dell’intero 2011. Si tratta di quasi l’80% di crescita su base annualizzata. Una notizia particolarmente positiva per l’oro, dato che la domanda fisica è ciò che è necessario per mantenerne il momentum. Inoltre, una richiesta sempre maggiore è prevista dall’India a causa dell’intensificarsi delle stagione dei matrimoni a partire da fine ottobre e del Diwali festival a seguire immediatamente dopo. La forza della Rupia nelle ultime settimane potrebbe dare ulteriore supporto alla domanda di oro. Allo stesso tempo, il forte aumento nel prezzo dell’argento nello stesso periodo ha spinto gli investitori a liquidare le loro posizioni, con gli ETC che hanno come sottostante questo metallo a vedere circa 20milioni di dollari di deflussi.

 

Quali altre materie prime da tenere sotto osservazione?

Sicuramente il bestiame. ETFs Livestock (AIGL) che replica l’indice Dow Jones-UBS Livestock SubindexSM sull’allevamento, ha ricevuto investimenti ingenti la scorsa settimana, che hanno segnato una crescita di 12,5 milioni di dollari. È prevista una riduzione delle scorte nei mesi a venire a causa della siccità che negli Stati Uniti ha portato ad un aumento dei prezzi di mais e soia, riducendo la disponibilità di  pascoli ed aumentando il valore del bestiame maturo.

alt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.