Update 18/04/2014 – Focus sulla Cina e i metalli industriali

alt

Intervista a Massimo Siano, Responsabile Italia e Francia di ETF Securities

I metalli industriali sono ad un punto di svolta?

La performance dei metalli industriali ha variato molto quest’anno. Il prezzo del rame ha registrato la maggior diminuzione a causa del fallimento dei corporate bond in Cina e il nickel ha visto un maggior aumento a causa dell’applicazione del divieto di esportazione dei metalli grezzi. Sebbene le preoccupazioni circa il fallimento di aziende cinesi stiano rendendo meno positivo lo scenario della crescita e stia mettendo pressione agli asset ciclici come i metalli industriali, crediamo che questo atteggiamento sia esagerato.

Dato il previsto percorso di crescita della Cina, ci aspettiamo che il consumo di metalli industriali mantenga lo slancio del 2013. Dal nostro punto di vista, i prezzi dei metalli industriali si sono stabilizzati dal range del 10-12% pre-crisi finanziaria del 2008  conseguente alla previsione di aumenti delle scorte e del rallentamento della crescita cinese, fino all’attuale 7-8%. Le aspettative di una ripresa dell’economia mondiale, il rafforzamento dei mercati e le ottimistiche aspettative per quanto riguarda le scorte saranno molto probabilmente disattese, perciò crediamo che un certo numero di metalli industriali siano destinati ad aumentare. A riguardo, delineiamo di seguito i principali fattori che stanno al momento influenzando i prezzi ed evidenziamo a nostro parere le maggiori opportunità di performance.

alt

Quali sono i punti chiave?

  • Si prevede che la Cina spinga la domanda di metalli industriali nel 2014. Una rinnovata spinta all’urbanizzazione, spese aumentate per le infrastrutture e focus sulla razionalizzazione della fornitura nazionale di alcune commodity chiave spingeranno probabilmente la domanda di materie prime provenienti dall’estero.
     
  • Esagerate aspettative di scorta da parte del mercato per la maggior parte dei metalli industriali.
     
  • Il rame rimane appetibile agli attuali livelli di prezzo dati i fondamentali  dello strumento sottostante. Vediamo la recente correzione del prezzo del rame come un’interessante opportunità di investimento.
     
  • Sono necessari ulteriori tagli alla produzione di alluminio perché il metallo venga scambiato ad un prezzo più alto.
     
  • Il prezzo del nickel potrebbe potenzialmente continuare ad aumentare  se l’Indonesia dovesse rimanere sotto divieto  o se la situazione in Crimea si aggravasse.
     
  • Potenziali estensioni delle restrizioni imposte alle leghe di saldatura di stagno potrebbe far aumentare i prezzi.


alt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *