Update 18/12/2013

alt

Massimo Siano, responsabile Italia e Francia di ETF Securities

Come è andata la settimana sul mercato delle commodity?

Possiamo dire che si è trattato di una settimana divisa a metà: nella prima parte i metalli preziosi e industriali hanno registrato buone performance, ma giovedì abbiamo assistito a una inversione di rotta. I mercati sono passati a una modalità di attesa, in vista dell’incontro del FOMC della Federal Reserve di questa settimana. Per alcuni investitori, il compromesso di bilancio approvato dalla House of Representatives statunitense è un’ulteriore ragione a supporto dell’idea che la Fed non aspetterà il 2014 per avviare il tapering del programma di allentamento quantitativo. Il dato positivo sulle vendite retail è un altro elemento a sostegno di questa tesi.

Secondo lei, potremo assistere a un tapering già nel 2013?

Noi riteniamo che la Fed preferisca ancora attendere di vedere un’ampia serie di indicatori positivi prima di cambiare la propria politica monetaria e per questo potrebbe preferire aspettare ulteriori conferme di stabilità, nella parte iniziale del 2014.

alt

Per quanto riguarda le singole commodity, continuiamo a tenere d’occhio il gas naturale, il cui prezzo continua a salire..

Sì, la scorsa settimana la quotazione della commodity è salita sui massimi da due anni: gli operatori di mercato hanno effettuato prese di profitto sugli Exchange-traded Products (ETP) sul gas naturale, portando a vendite per 30,8 milioni di dollari statunitensi. Il prezzo presso l’Henry Hub è salito del 6,7%, attestandosi a 4,4 dollari per milione di unità termiche britanniche, contestualmente al calo delle scorte. Inoltre, una settimana particolarmente fredda ha portato a un aumento dei prezzi negli Stati Uniti nord-orientali e a un incremento dei consumi di gas naturale pari al 33% rispetto alla settimana precedente. Ricordiamo che l’Energy Information Administration (EIA) americana prevede un inverno più rigido del precedente, elemento che potrebbe costantemente spingere al rialzo i prezzi del gas, per tutta la stagione.

Infine, monitoriamo la performance dell’oro. Le mosse della Fed sono particolarmente importanti per questa commodity. Come sta reagendo il metallo giallo al quadro attuale?

L’incertezza sulle tempistiche del tapering da parte della Fed continua a preoccupare gli investitori: proseguono infatti i deflussi dagli ETP sull’oro. Sebbene il prezzo del metallo giallo sia salito di circa il 2% nella prima parte della scorsa settimana, tale guadagno è stato rapidamente cancellato proprio a causa delle attese sull’incontro del FOMC di questa settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.