Update 26/04/2013

alt

Massimo Siano, Head of Italian market di ETF Securities

Quali sono le principali evidenze dal mercato dell’argento?

La caccia alle occasioni ha guidato gli investimenti negli Exchange Traded Product (ETP) a replica diretta sull’argento che hanno segnato rialzi costanti, totalizzando recentemente 25 milioni di dollari. Il costante ribasso del prezzo dell’argento è stato considerato, infatti, un interessante punto di ingresso per la maggior parte degli investitori che hanno continuato ad accumulare posizioni in quello che è considerato il secondo Exchange Traded Commodity più scambiato dopo l’oro a livello mondiale. Mentre la flessione di prezzo del prezzo dell’oro ha fatto da catalizzatore per la debolezza dell’argento, sei settimane consecutive di flussi positivi indicano che gli investitori credono che il suo largo impiego industriale potrebbe diventare il catalizzatore per futuri profitti in futuro.

L’oro scende. Quindi l’economia riparte?

Nonostante gli  Exchange Traded Product (ETP) sull’oro stiano continuando a registrare deflussi, alcuni report indicano che la domanda fisica per il metallo prezioso rimane consistente in alcuni paesi come l’India anche se gli investitori al momento sembrerebbero mantenere una posizione ribassista sui future. Se è certo che negli ultimi mesi il mercato sia diventato nervoso sul prezzo dell’oro, non è ancora chiaro se la perdita di valore sia legata ad una svendita del metallo oppure alla ripresa economica in corsi. Se si trattasse con certezza del secondo caso, altre materie prime come petrolio e metalli industriali legati al ciclo economico dovrebbero mostrare dati di prezzo più solido. Al momento purtroppo non è così.

alt

Quale materia prima agricola sotto la lente in questi ultimi giorni?

ETFS Soybeans (SOYA) che replica il prezzo della soia, ha registrato il record di deflussi, ben 18 milioni di dollari a livello globale. La cosa è principalmente imputabile all’attività di taking profit esercitata dagli investitori considerando che i prezzi della soia hanno significativamente sovraperformato le altre colture come grano e mais. Il mercato dei future sulla soia ha anche registrato una flessione consistente, con le posizioni “net long” che hanno patito un taglio del 50% nell’ultimo mese. Inotre, ci si aspetta un abbondante produzione di questa materia prima agricola dai mercati del Sud America.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.