Update 30/06/2017

Gli investitori sfruttano opportunità di acquisto nella debolezza del petrolio e delle società aurifere

di Massimo Siano, Head of Southern Europe per ETF Securities

  • La recente flessione del prezzo dell’oro ha indotto gli investitori ad acquistare società aurifere, con afflussi pari a 68 milioni di USD in due settimane.
  • Il calo delle quotazioni petrolifere si è tradotto in nuovi investimenti mensili per 165 milioni di USD, pari al 9% delle masse in gestione.
  • La scorsa settimana i flussi in entrata nel cacao si sono attestati a 9 milioni di USD, mentre quelli nel caffè hanno raggiunto i 7 milioni di USD, dal momento che la recente debolezza dei prezzi è stata interpretata come un’opportunità di acquisto.

Gli ETF azionari hanno attratto gli investimenti più consistenti questa settimana, a quota 42 milioni di USD. La recente flessione del prezzo dell’oro ha indotto gli investitori a rivalutare le società aurifere, che nelle ultime due settimane hanno raccolto afflussi pari a 68 milioni di USD. Storicamente, queste imprese hanno un beta elevato di 2x rispetto alla quotazione del metallo giallo, ma negli ultimi mesi hanno sottoperformato e gli investitori hanno sfruttato questa divergenza. Riteniamo che le prospettive per le società aurifere siano migliorate, alla luce dell’attuale rapporto prezzo/utili di 46x in linea con la media di lungo periodo e dell’EBITDA, che nell’ultimo anno si è triplicato di pari passo con la ripresa del prezzo dell’oro, a suggerire che, malgrado l’aggressiva riduzione della spesa per investimenti, la redditività di queste imprese sta migliorando. “Altri temi ancora popolari sono la robotica e la sicurezza informatica, che la scorsa settimana hanno raccolto rispettivamente 9 e 12 milioni di USD, dopo afflussi settimanali regolari sin dall’inizio dell’anno”, ha affermato Massimo Siano, Executive Director – Head of Southern Europe di ETF Securities.

I metalli preziosi hanno attratto investimenti per appena 5 milioni di USD dopo i deflussi seguiti al rialzo dei tassi d’interesse della Federal Reserve a metà giugno.Nonostante la minaccia di ulteriori rialzi dei tassi quest’anno, gli investitori continuano a privilegiare i metalli preziosi, come dimostrano i flussi positivi per 609 milioni di USD da inizio anno. A nostro avviso, ciò è riconducibile ai continui timori degli investitori per le dinamiche geopolitiche e le conseguenze di un rientro dalla politica monetaria accomodante senza precedenti. “Ravvisiamo una stretta correlazione tra gli eventi politici turbolenti negli Stati Uniti e gli afflussi negli ETP sull’oro. Il valore equo del metallo giallo da noi previsto per fine anno rimane a quota 1.230 USD all’oncia, in assenza di eventi geopolitici di rilievo nel 2017”, ha dichiarato Siano. I prezzi elevati del palladio hanno indotto gli investitori a effettuare prese di beneficio da inizio anno, ma questa dinamica ha evidenziato un rallentamento nell’ultimo mese e la scorsa settimana non abbiamo osservato attività. “Crediamo che la liquidità sia diminuita a causa dell’aumento della domanda da Hong Kong, a suggerire un possibile accumulo di riserve del metallo in atto in Cina”, ha osservato Siano.

Questa settimana sono proseguiti gli afflussi nel greggio, pari al 9% delle masse in gestione nell’ultimo mese. “Abbiamo osservato una propensione al trading tra gli investitori che di norma acquistano nelle fasi di debolezza dei prezzi. La flessione del 4% di questa settimana indica una prosecuzione di questo trend”, ha affermato Siano.

La scorsa settimana i flussi in entrata nel cacao si sono attestati a 9 milioni di USD, mentre quelli nel caffè hanno raggiunto i 7 milioni di USD. “Gli investitori sembrano continuare ad acquistare le soft commodity con le performance più deludenti: il cacao e il caffè hanno perso, rispettivamente, il 10% e il 7,5% alla chiusura di giovedì, a fronte della flessione del 4,2% accusata dal più ampio paniere di soft commodity prima di un modesto recupero”, ha dichiarato Siano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *