Update 31/07/2014

alt

Intervista a Massimo Siano, Responsabile Italia e Francia di ETF Securities 

Quali sono stati gli eventi principali della scorsa settimana?

I rischi geopolitici sono rimasti l’argomento centrale della scorsa settimana, la crisi ucraina è peggiorata con le dimissioni del Primo Ministro e i disordini in Medioriente hanno rischiato di andare fuori controllo. Secondo l’IMF, i conflitti in Ucraina e Iraq ostacoleranno molto probabilmente la crescita globale, che attualmente è prevista attorno al 3,4%, contro il 3,6% previsto lo scorso Aprile. Iprezzi devono ancora reagire all’aumento del rischio, ma gli ETC su oro e petrolio hanno registrato forti afflussi da parte degli investitori in quanto considerati beni rifugio contro un ulteriore peggioramento della situazione.

 

Cosa ha provocato la prospettiva dell’estensione del divieto di esportazione di minerale grezzo da parte dell’Indonesia?

La prospettiva ha portano 12,8 milioni di dollari a ETFS Nickel (NICK), la cifra più alta da 8 settimane. Joko Widodo ha vinto le elezioni presidenziali in Indonesia ed è pronto a prestare giuramento il 20 ottobre. La sua elezione potrebbe portare a un allentamento del divieto alle esportazioni in vigore da gennaio 2014, ma è molto improbabile che qualche cambiamento venga introdotto prima del prossimo anno, e ciò implica che il mercato del nickel rimarrà difficile per molto tempo. La scorta di metalli industriali dell’Indonesia si è notevolmente ridotta dall’entrata in vigore del divieto e ci attendiamo che i metalli industriali continuino ad essere sostenuti a fronte dell’inizio della ripresa della domanda globale. La domanda di commodity cicliche è spinta dagli incentivi del governo cinese e dall’accelerazione della ripresa degli Stati Uniti.

alt

Come si sono comportati gli ETC sul grano e sul caffè?

Gli ETC sul grano hanno avuto 6,4 milioni di afflussi perchè la recente correzione dei prezzi è stata considerata eccessiva. L’Australian Bureau of Meteorology prevede  nei prossimi mesi precipitazioni al di sotto della  media nel nord-est e nel sud-est delle principali regioni coltivate a grano. Gli investitori stanno costruendo posizioni nella speranza che le abbondanti eccedenze previste dall’USDA si dimostrino sbagliate, evento che potrebbe portare al prossimo rally dei prezzi. Allo stesso tempo, le prese di profitto hanno tolto 2,5 milioni di dollari da ETFS Daily Leveraged Coffee (LCFE) come conseguenza dell’aumento del prezzo dell’Arabica del 10% durante la scorsa settimana. Forti piogge nel periodo conclusivo del raccolto in Brasile, il maggior produttore mondiale, potrebbero abbassare la qualità dei chicchi di caffè ora in raccolta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *