Update 31/10/2014

alt

di Massimo Siano, Head of Southern Europe per ETF Securities 

Le commodity continuano ad attrarre l’attenzione degli investitori

Gli ETP su commodity hanno visto i loro più grandi afflussi in sei settimane, con gli investitori attratti dalle valutazioni depresse. Il ritorno di interesse verso Brent, il platino, il palladio e la maggior parte dei metalli industriali hanno portato la scorsa settimana ad un rimbalzo dei prezzi delle materie prime. Con i prezzi delle materie prime vicine al loro costo marginale di produzione, riteniamo che i prezzi non possono scendere a livelli molto più bassi senza innescare una reazione sul piano dell’offerta. I migliori dati rispetto a quelli previsti riguardanti PIL e produzione industriale provenienti dalla Cina, il più grande consumatore mondiale di materie prime, hanno anche aiutato ad aumentare i prezzi delle materie prime cicliche.

Gli afflussi sull’oro fisico raggiungono i livelli più alti da sei settimane 

L’oro fisico ha visto 22,6 milioni di dollari americani di afflussi la scorsa settimana quando il prezzo del metallo giallo è sceso un ulteriore 0,4%. Con il commercio di oro appena sopra il nostro costo marginale stimato della produzione (US $ 1100 / lb), il livello naturale per il metallo giallo sembra essere stato raggiunto.

Dopo aver raggiunto il livello più basso da 5 anni la settimana precedente, il petrolio Brent, ha recuperato il 2,8% la scorsa settimana. Il WTI invece ha continuato a scivolare di un 0,7%. A prezzi stracciati, gli investitori hanno acquistato greggio, con 5,1 milioni di dollari americani di afflussi in ETP lunghi sul Brent e 7,2 milioni di dollari americani sugli ETP lunghi sul WTI. Secondo i media (anche se non confermato ufficialmente), l’Arabia Saudita ha tagliato le forniture di 328.000 barili al giorno nel mese di settembre registrando 9,36 milioni di barili al giorno. L’ampia fornitura ha pesato sui prezzi e se confermata, le mosse dei Sauditi potrebbero aiutare i prezzi recuperare ulteriormente.

L’ETFS Daily Leveraged Natural (lnga) ha attirato 9 milioni di dollari di afflussi quando i prezzi Henry Hub sono scivolati del 4,6%. Il gas naturale è una commodity molto sensibile alle variazioni climatiche e gli investitori stanno scommettendo su un rimbalzo dei prezzi in vista dell’aumento della domanda previsto per l’inverno.

alt

ETFS Platinum Trust (PPLT) vede grande deflussi da marzo per via delle prese di profitto

Il platino è aumentato dell’1,5% la settimana scorsa guidando 6,1 milioni di dollari di deflussi dall’ETFS Platinum Trust. L’Anglo American Platinum (Amplats) ha rivelato che lo sciopero di cinque mesi all’inizio di quest’anno era costato alla società 424 mila once di produzione in meno ed ha perso altri 108 mila once nel successivo avviamento. Tuttavia, ha anche confermato di aver ripreso la produzione di un mese prima rispetto al previsto, il che potrebbe far pendere la bilancia nuovamente in positivo nel breve periodo.

 

Un calo dell’11% del prezzo del caffè ha portato a prese di profitto per l’ETFS Daily Short Coffee (SCFE)

Si sono registrati 2,2 milioni di dollari americani di deflussi dall’ETFS Daily Short Coffee (SCFE), segnando il più alto deflusso degli ETP corti sul caffè da maggio. I violenti movimenti di prezzo hanno polarizzato gli investitori con 1,6 milioni di dollari americani di flussi sull’ETFS Daily Leveraged Coffee (LCFE) la scorsa settimana, il più alto in sei settimane. La siccità e la pioggia irregolare in Brasile, primo produttore al mondo ha penalizzato la prospettiva per il raccolto 2015. Tuttavia, con le piogge in ripresa, il processo di fioritura è stato avviato per il raccolto 2015, ma gli analisti sono divisi a riguardo alla misura in cui le perturbazioni precedenti argineranno l’età della coltura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *