Dalla costellazione del Drago

alt

Dalla costellazione del Drago

Se ogni dollaro fosse un centimetro, lunedì 31 dicembre 2012 il debito degli Stati Uniti sarebbe in grado di agguantare il Sole e farci 11 giri intorno: 163.940.000 km. Pensate che una questione siderale possa essere risolta dagli uomini?

Il segretario al tesoro, Timothy Geithner, ha la faccia sveglia. E lo è. Ma qui non basterebbe essere Capitan America, la “Sentinella della libertà”, la “Leggenda vivente”. Se anche ci cadeste come Obelix nella pozione chimica del dott. Abraham Erskine, non basterebbe. Non sappiamo cosa Timothy stia dicendo al suo Presidente “Person of the Year”, sappiamo quel che sta dicendo alla nazione, ed è di essere pronto ad adottare misure straordinarie, tra cui la prima va a colpire i più deboli, come avviene ormai sempre in questo Occidente che ci ostiniamo come muli a definire “democratico”: la sospensione del reinvestimento dei contributi pensionistici dei lavoratori federali.

alt

Servirà a qualcosa? Servirà a qualcosa, Timothy, ora che hai smesso di incitare l’Europa a risolvere in fretta la crisi dei debiti sovrani? Non so quale nome femminile daranno a questo uragano di tagli e di tasse che sta per abbattersi sulle coste degli Usa, sugli oltre due milioni di americani che perderebbero il sussidio di disoccupazione e sui lavoratori dipendenti che si vedrebbero aumentare le imposte di due punti percentuali, imposte su redditi scarni come avvoltoi dal collo rosso lungo la statale 64 dell’Arizona, o sul limitare di un Grand Canyon cliff, o del fiscal cliff, che di carogne ne farà di più.

Forse quel nome è Lilith? Il baratro dei tagli automatici alla spesa introdotti per frenarne l’ascesa sono un po’ come il farsi legare all’albero della nave di Ulisse allorché le sirene «un dolce canto cominciaro a sciorre», con la differenza che qui nessuno ha le orecchie incerate dalla «molle pasta», a parte i repubblicani, che sono sordi di loro, e non capiscono che aumentare le tasse al solo 0,03% della popolazione che incassa (oltre un certo livello i soldi non si guadagnano più, si incassano) oltre un milione di dollari all’anno è una bestialità spietata e stolta, da rettiliani umanoidi, con tuta aderente e testa sottile, e una ferita per bocca, ed occhi  inclinati di ossidiana nera, da extraterrestri dalla costellazione del Drago.

A presto. 

Edoardo Varini

(28/12/2102)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *