Francia: il razionale trionfo del Front National

alt

Francia: il razionale trionfo del Front National di Marine e Marion

Alle elezioni regionali francesi il Front National è il primo partito con il 28% di consensi. Ha conquistato sei regioni su tredici. Dove erano candidate le due signore Le Pen è stato superato il 40%. È accaduto nella regione della Nord-Pas-de-Calais-Piccardia con Marion Anne Perrine detta Marine (40,64%) – terza figlia del fondatore del Front National da lei stessa espulso dal partito, Jean Marie –, e con Marion Maréchal, con poco più della metà degli anni della zia, 26, nella regione Provenza-Alpi-Costa azzurra (40,55%).

I Repubblicani di Nicolas Sarkozy si sono fermati al 26% ed i socialisti dell’attuale Presidente François Hollande hanno raccolto il 23%, dopodiché hanno scelto di ritirare in tre regioni i candidati dal secondo turno.

Come sempre quando trionfa la destra le parole che si susseguono tra gli accigliati commentatori sono: irrazionalità, populismo, intolleranza.

Che venga in mente a qualcuno che alla base del trionfo vi sia un’incoercibile e benedetta aversione al privilegio mai. Ma è così. Dovete farvene una ragione, è così. La destra vincerà sempre più in Europa per una semplice ragione, perché difende l’identità nazionale e la parte sfruttata, derisa, umiliata, dimenticata del popolo. Che è ormai la maggioranza.

alt

Nel Nord-Pas de Calais-Picarddia, dove ha trionfato Marine, un milione di cittadini su sei vive al di sotto della soglia di povertà. Costoro dovrebbero temere che l’Europa vacilli? A Bruxelles, a Berlino devono capire che oltre una certa soglia di prevaricazione c’è la rivolta. E per fortuna che c’è. E per fortuna che è democratica.

Il dato medio francese sulla povertà non è molto distante, colpisce 12 milioni di cittadini su una popolazione complessiva di 66.

Chi in questo momento attribuisce la svolta a destra allo scontro tra civiltà non ha capito nulla. 

«È la rivolta del popolo contro le élite», ha detto Marion Le Pen, la più giovane.

Questa cosa del popolo che si ribella ai soprusi non la puoi dire senza venire aggredito con le accuse più rancorose. Come se fosse una storia passata una volta per tutte e non un perpetuo presente. Ma poniamoci una domanda: davvero qualcuno pensa che l’Ancien Régime sia morto? Che il privilegio non tenda alla sua conservazione? Il privilegio nasce oggi come tre secoli fa da una sola cosa: la supremazia finanziaria.

Se esiste un baluardo ad essa sono le Nazioni, e le Nazioni nascono da un’identità condivisa.

Il Front National in Francia, la Lega in Italia sono sostanzialmente questo: sovranità nazionale a tutela delle libertà.

A presto. 

Edoardo Varini

(7/12/2015)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *