Il “Superindice” della supercazzola

alt

Il “Superindice” della supercazzola

«Lo hai letto davvero», m’han confermato all’incredula mente gli occhi stamani. È sulle prime pagine di tutti i giornali: «L’Ocse promuove l’Italia: è l’unica del G7 ad accelerare. In crescita anche la produzione industriale». A dirlo è per l’esattezza il Superindice Ocse, che dovrebbe anticipare i punti di svolta dell’attività economica rispetto al trend. Ma c’è un inghippo, c’è un trucco: che il Superindice Ocse non consente comparative tra paesi, esprimendo in realtà solamente un confronto tra dati nazionali reali, trend passato e prospettive future.

Il Superindice ha detto che l’Italia va d’una virgola meno disastrosamente, ma solo in aprile – il Centro Studi Confindustria ha già previsto per maggio una variazione delle produzione industriale nulla – e che la Germania continua invece il suo ottimo passo. Giornalisti: vogliamo tornare a fare il mestiere per benino o, per dirla altrimenti, con un minimo di decenza?

alt

Il prefisso “super” mi ha sempre suscitato qualcosa a mezzo tra il sorriso e un “ma va là”, dal momento che il più delle volte è la qualifica che si dà allo strumento che giunge al fine di una sterminata teoria di precedenti fallimentari strumenti colpevoli d’esser stati invece troppo “normali”. E invece spesso, quasi sempre, la superiorità dello strumento novo è puramente nominale, sta solo in quel prefisso: “super”, per l’appunto.

Ricordo la “superarchitettura” del “superstudio” della contestazione fiorentina, parolaia come solo certi fiorentini sanno essere (sia loro sempiterno merito, davvero, a volte il sublime sta lì accosto), con un manifesto che s’apriva svergognatamente così: «La Superarchitettura è l’architettura della superproduzione, del superconsumo, del supermarket, del superman, della benzina super». E della supercazzola, mi sentirei di aggiungere, o del nonsense, del gobbledygook, per dirla all’inglese, per esser davvero, cialtronescamente, up to date.

A presto. 

Edoardo Varini

(11/06/2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.