La scelta del Presidente. E non gli pare vero agli esarchi dell’abbacchio

alt

La scelta del Presidente. E non gli pare vero agli esarchi dell’abbacchio

Il Pd spinge per Mattarella. L’ex Cavaliere insiste su Amato. E non gli pare vero a tutti quanti di poter nuovamente iterare la ciarla politica mentre la nazione affonda. Quel mondo che si auspicava spazzato via dai bisogni di un popolo senza reale rappresentanza è tornato. Ancora e ancora e ancora, come se niente fosse.

Ai Brunovespi e ai telegiornalisti che prestissimo gli diventeranno uguali, ai politici, ai vippi della becerata, agli esarchi dell’abbacchio brodettato, ai corifei delle costolette alla scottadito, ai vescovi della pajata, ai primati di Sua Beatitudine la coda alla vaccinara, non gli par vero a tutti di invilupparsi ancora tra le linee e i nervosismi e le fibrillazioni di boriosi capipartito, tra le irriducibili fronde frangiute e gli antagonistici umori cinquestelle, tra le mosse anti-Nazareno e i nomi in streaming e il settimo cavalleggeri bersaniano che magari poi davanti agli indiani forzisti gira i tacchi e si invola. 

alt

E tutto questo a un voto di approvazione definitiva della Camera di una legge elettorale che renderà l’inquilino del Colle il maggiordomo del Presidente del Consiglio. Tanto rumore se non per nulla per poco, per così poco…

La cipigliosa Laura condurrà nel meriggio alla Camera le danze. Dinanzi al “catafalco”. Immobili, come si conviene. Un ballo mascherato in cui a svanire non sono i volti dei danzanti ma qualunque loro movimento, ensorianamente: la danza stessa.

Lei che ha il profilo istituzionale, lei che ha il profilo internazionale, lei che ha qualunque altro profilo per certo ma dubitabilmente uno spessore.

Alla sua sinistra Valeria Fedeli, a sostituire il Piero Grasso capo dello Stato supplente, di sindacale provenienza ma governativa direzione, che visto che bisogna scegliere se darsi al governo oppure alla lotta smise di lottare. Dimenticandosi la differente nobiltà delle ragioni della scelta.

E c’è già chi fa le pulci al neo premier ellenico per l’esecutivo di soli uomini. Ma la vogliamo piantare?

A presto. 

Edoardo Varini

(29/01/2015)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *