L’intellighenzia di sinistra corre sul carro pentastellato. Ma davvero?

Nel suo fondo sul “Corriere” odierno Paolo Mieli lamenta: «l’incredibile corsa del ceto medio riflessivo della sinistra italiana in vista di un balzo sul carro dei Cinque Stelle nei minuti successivi alla proclamazione dei risultati delle elezioni politiche».

Ora, a parte che “riflessivo” sta per “paraculo” e dunque non si capisce che mai ci sia da stupirsi, non posso proprio convenire con il meditativo Paolo allorché afferma che si tratterebbe di una sesquipedale caduta di stile. Ma di che stile stiamo palando, di grazia?

Abbiamo avuto un segretario del Pd che ha sostenuto che «il reddito di cittadinanza non dà dignità ma è assistenzialismo». Domanda: ma dal momento che tale reddito andrebbe a soggetti nel più completo disagio economico ne dovremmo dedurre che a conferire dignità a tali soggetti sono l’indigenza e l’esclusione sociale?

Malgrado questa completa e vorrei dire criminale sordità dell’intellighenzia pidiessina nei confronti dei connazionali alla fame, Mieli si avventa nel dire che con questa corsa post elettorale verso il carro pentastellato verrebbe sancito che per essa «la partita del movimento operaio e del socialismo rifomista italiano è definitivamente chiusa».

Prima, l’abbiamo visto, era vivissima. Maddai!

Ma già a uno che pensa di difendere i lavoratori parlando di “movimento operaio” oggi, che cosa vuoi dire?

Accomodatevi circensi del privilegio e dibattete di stile nei quattro-sei mesi a venire, ma il popolo italiano non ha al momento alcuna rappresentanza politica.

Il governo che si farà per certo non produrrà alcuna progettualità socialista, per la semplice ragione che essa richiede riflessione e coraggio intellettuale. Qualcuno ravvede questo virtuoso binomio nei possibili futuri premier? Non scorgo mani alzate, sento solo pernacchie.

A presto.

Edoardo Varini

(15/03/2018)

2 pensieri su “L’intellighenzia di sinistra corre sul carro pentastellato. Ma davvero?

  1. roberto dice:

    Reddito di cittadinanza o similaglia sono assistenzialismo, comunque si voglia dar denaro senza dare lavoro, che è quello che deve fare un governo serio. NON elemosine ma reddito da lavoro, unica e sola inclusione e dignità sociale. Il resto sono cazzate. Saluti

  2. massimo pontini dice:

    ciao Edo

    A Mi ho partecipato ad alcune Riunioni dei Meetup Lombardi in quanto molti ragazzi ns ( Idv ) stavano partecipando Conosco quindi la base e le novita’ organizzative Ho visto anche il lavoro di GianRoberto Casaleggio ; un genio puro Quindi e’ naturale che un mondo di csx , ( senza i quarti di nobilta’ di sx ) si trovi bene vicini ai M5S ciao massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *