Questo è il bowling

alt

Questo è il bowling, ragazzi!

Dal Regolamento di gioco della Federazione Internazionale Bowling

«I birilli abbattuti da un giocatore dopo un lancio valido saranno chiamati “dead wood” (legno morto)».

alt

Asta dei bund di mercoledì 23 novembre 2011. Dei 6 miliardi di titoli tedeschi in offerta, 2101 sono rimasti invenduti: il 35%. Ora lo sappiamo – ma lo sapevamo anche prima – il prossimo birillo, il prossimo “dead wood” si chiama Germania. Lo si abbatte non comprandogli il debito. Quel debito che forse – lo strilla in copertina l’“Handelsblatt” – ammonta non all’ufficialmente dichiarato 85% del PIL bensì al 185%: per intendere la gravità della cosa, quello dell’Italia è il 120.

Fosse un film, potrebbe essere soltanto un Hitchcock. Per giunta Sir Alfred lo disse chiaro: «Il cinema non è un pezzo di vita, è un pezzo di torta». È qualcosa che consumandolo dà piacere, e poi, dopo che l’ha dato, non c’è più. E nulla è più torta del primato della finanza mondiale. Che continuerà ad essere statunitense. Perché noi abbiamo in squadra la quinta columna.

Noi abbiamo in squadra (e non si è ben capito se il nostro capitano sia lei o Mr. “Panfilo Britannia” Draghi) la Merkel, che non vuole stampare moneta, che non vuol fare come fece e continua a fare la FED, vuole solo la linea del rigore fiscale. La chimica Merkel, lei lo sa come se ne esce da una crisi finanziaria.

Soros, invece, uno dei più grandi speculatori ed esperti di mercato del mondo, che dice esattamente il contrario, non lo sa. Né lo sa il professore harvardiano Niall Ferguson: «L’euro si salva soltanto stampandolo», né con lui decine e decine di esimi economisti, fra cui il Nobel 2008 per l’economia Paul Krugman. E persino il ministro delle finanze francese, François Baroin. Loro non lo sanno. Lo sanno solo la Merkel e il suo fidato ministro delle finanze Wolfgang Schäuble: Deutschland über alles, siamo alle solite.

Ma, la palla da bowling non lo conosce l’inno tedesco e seguita a rotolare. Come una palla da bowling non può fare a meno di fare, ottusamente, come dissennata cosa. Come cadono i birilli colpiti, i “dead woods”. E come “sragionano” – perché si sa che le cose non ragionano – i birilli che la palla sta per colpire.

Dal Regolamento di gioco della Federazione Internazionale Bowling

«Si realizza uno strike quando tutti i birilli vengono abbattuti con un lancio».

A presto.

Edoardo Varini

(23/11/2011) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *