A un amico, a un pavese con la fascia tricolore

Oggi sono i social a dirti tutto, anche perché te lo dicono quando vogliono loro.

È così che scopro che è stata postata la prima immagine di Fabrizio Fracassi con la fascia tricolore.

Fingo di non sapere niente di questa vicenda, fingo di non conoscere Fabrizio e fingo di essere Roland Barthes che analizza una foto secondo il metodo espresso nel suo La Chambre claire. Note sur la photographie.

Così distinguo, per me riguardante, lo spectrum ed il punctum, ossia rispettivamente il mio atteggiamento razionale e quello emotivo verso quella foto.

Razionalmente apprendo che è avvenuta stamane l’investitura del nuovo sindaco, e ne sono felice. Per la città e per lui, egualmente. Perché se lo meritano entrambi. Perché si meritano entrambi.

Emotivamente mi sovviene di quando durante una delle riunioni pre elettorali in Lega mi prese il braccio e mi disse: «Conto su di te, Varini», ed io gli risposi: «Sono qui».

E a ripensarci oggi che voleva dire che potremo davvero fare qualcosa per la città, che volete che vi dica? È una meraviglia.

Se ogni via, se ogni piazza della tua città ti comunica una cosa precisa e non un’altra vuole dire che quella città ti sta parlando.

Come è tipico delle cose amate silenti.

Insomma, oggi è una bella giornata piena di sole. Ed è nuovamente pura aria di maggio.

A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *