25 MAGGIO – CONVEGNO “DISUGUAGLIANZA ECONOMICA. LA GRANDE VERGOGNA”

Mercoledì 25 maggio 2016 alle ore 9.00, presso l’Aula Scarpa dell’Università di Pavia (Corso Strada Nuova, 65) si terrà il convegno “Disuguaglianza economica. La grande vergogna”.

Interverranno: Fabrizio Pezzani, Professore ordinario di economia aziendale – Università Bocconi;   Andrea   Fumagalli,   professore   associato – Università   di   Pavia;   Stefano   Lucarelli,   ricercatore – Università di Bergamo; Gianluigi Maria Riva, avvocato specializzato in   nuove tecnologie.

Introdurranno i lavori: Prof. Giorgio Rampa, Direttore del Dipartimento di Scienze economiche e aziendali dell’Università di Pavia; Edoardo Varini, editore e notista economico.

Lo  sappiamo,  lo  dicono  tutti.  Il  mondo  sta  diventando  sempre  più  diseguale  e  le   diseguaglianze  stanno  erodendo  tutto:  lo  stato  sociale,  la  libertà  individuale,  la democrazia.   Un   solo   dato   basta   a   capire:   l’1%   della   popolazione   mondiale   possiede  più  del  restante  99%  messo  insieme.  Ce  lo  rivela  il  rapporto  Oxfam,  una   federazione  di  18  associazioni  umanitarie  e  attiviste  che  si  occupano  di  povertà,   diritti  umani  e  ingiustizie  nel  mondo.

Nel   2015   sole   62   persone   hanno   accumulato   la   ricchezza   di   3,6   miliardi   di   individui,  la  metà  più  povera  della  popolazione  mondiale.

In   Italia   la   situazione   non   è   diversa:   l’1%   degli   italiani   più   ricchi   possiede   il   23,4%   della   ricchezza   nazionale   netta   e   dal   2000   a   oggi   oltre   la   metà   della   ricchezza  è  stata  distribuita  al  10%  più  ricco  dei  nostri  connazionali.

L’elenco  di  dati  potrebbe  continuare,  ma  è  forse  giunta  l’ora  di  fare  qualcosa  in   più   che   limitarsi   a   prendere   atto   di   una   disparità   economica   divenuta   sempre   più  intollerabile,  da  ogni  punto  di  vista.  Uno  dei  relatori  del  convegno,  Fabrizio   Pezzani,   scrive   a   riguardo   parole   illuminanti:   «L’economia   assunta   a   valore   morale   ha   tradito   il   suo   ruolo   originario   di   strumento   per   rispondere   ai   bisogni   dell’uomo  ma  è  diventata  essa  stessa  fine  e  uno  strumento  di  dominio  culturale   che  ha  riportato  la  società  di  fronte  al  dilemma  del  suo  divenire.  L’idea  di  giustizia rappresentata  da  una  società  di  uguali  è  stata  ignorata  e  sostituita  da  una  società   di  disuguali,  è  giunto  il  tempo  di  pensare  al  nostro  tempo  per  ridisegnarlo,  questa  è la  vera  sfida  integrale  che  abbiamo  davanti».

Per  ulteriori  informazioni  contattare  Edoardo  Varini   e-mail:  e.varini@varinipublishing.com – Cell.  3208272443

Programma:

9.00 – 9.15 Introduzione prof. Giorgio Rampa

9.20 – 9.30 Introduzione Edoardo Varini

9.35 – 10.30 Intervento Stefano Lucarelli “La distribuzione dei redditi in un’economia monetaria di produzione”

10.35 – 11.30 Fabrizio Pezzani: “Disuguaglianza: un problema di regolazione dei mercati o di natura socioculturale? ‐ Una crisi antropologica non economica”

(Coffee break 11.30 – 11.40)

11.40 – 12.35 Andrea Fumagalli: “Reddito di base come reddito primario: una   possibile soluzione”

12.40 – 13.00 Gianluigi M. Riva: “Nuove tecnologie e vecchie diseguaglianze. Il futuro dell’eguaglianza tra economia e diritto”

    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *