Un uomo

Un uomo solo

sul cammino di Santiago

non è solo

e porta con sé

fardelli

pesanti

come pesante è il sé

come pesante è il mondo che credeva.

Fede lo porta

forse

occhi puntati alla fine delle terre

fissi e freddi

ma non colline verdi

non montagne

e campanili di pietra nera

e case basse nell’erba

ma tormenti

paure

rabbie

dolore

mescolati

da non poter mangiare

né essere libero

mai.

L’uomo calpesta i sassi e l’erba

e guarda nel suo cuore

senza vederlo davvero

e col coltello della rabbia

lo taglia lo apre lo squarta

ma ottiene solo sangue

e pulsare delle tempie

e lacrime soffocate.

Il cammino è una sfida

verso l’Atlantico nero

lontano da casa

ma qual è la casa davvero?

qual è il cuore davvero?

qual è la mia vita davvero?

Gl’occhi restano vuoti

biglie perse

il vento soffia nelle orecchie

le mani strette nelle tasche

non sente

non sente le scarpe strette

gli occhi vuoti

non sente i passi mille e mille

gli occhi vuoti

non sente le unghie nella carne delle mani chiare e pulite

il biancore delle nocche strette

il tremore

non sente

e sono anni.

Aiuto non chiede

indipendente a se stesso

cammina a passo certo

a fronte alta guarda il mondo

che svanisce

passo per passo dietro di sé.

Non è solo

l’uomo che cammina verso Santiago

seppur solo la brezza coglie

e più d’uno non dorme

ascoltando i suoi passi

chiusi a uno a uno i cassetti

che di notte ne contengono la vita

fino al mattino.

E trentatré chilometri ha fatto

oggi

e sempre dritto andrò

senza ascoltare nessuno

sapendo, sapendo, sapendo

che la mia chiesa

che il mio perdono

che i miei occhi e le mie mani

là si posano

alle mie spalle

là si aprono

alle mie spalle

in quelle case poco lontane

dalle vostre case

che tanto ricordano

questo lungo cammino

che tanto sono la mia meta

come lo sono questi due campanili

barocchi

e molto di più.

La mia Chiesa siete voi che odio.

I miei occhi chiusi vi vedono

ogni giorno della mia vita

le mie mani vi stringono

tra le lacrime delle coltri.

Il mio perdono avrete

un giorno

quando perdonerò me stesso

quando avrò la forza di staccare brandelli

di tramutare fiele in sangue

lacrime in seme.

I miei passi sul cammino

sono tuoni e tamburi

sono il segnale

l’avvertimento

la minaccia.

Odio, sì, odio,

arrivo, ti sfido

ti guarderò dritto negli occhi

tra Rua des Hortas e Rua de Trinidade

il velo cadrà

il vuoto degli occhi cadrà

lo sento

l’amore tornerà, l’amico mio

che più non abbraccio

cammina qui con me

seguendo il mio passo svelto

col suo sorriso

i miei affetti cari

come scia di profumo

m’avvolgono

e questa grande chiesa

m’accoglie coi miei fardelli

il cuore si apre

si apre.

Eccomi, sì, eccomi a Te

eccomi a Te

e ti perdono

d’avermi abbandonato

ti perdono e t’abbraccio forte.

***

Hanrahan e Cathleen, la figlia di Houlihan

(…)

«I vecchi alberi bruni di biancospino si spezzano in due in alto sul Comillon Strannd.

Sotto un amaro vento nero che soffia dalla mano sinistra; il nostro coraggio si spezza come un vecchio albero sotto un vento nero e muore, ma abbiamo nascosta nei cuori la fiamma degli occhi Di Cathleen, la figlia di Houlihan.

Il vento ha ammassato le nubi in alto sul Knocknarea e ha scagliato il tuono sulle pietre contro tutto quello che Maeve può dire.

Furori che sono come nembi fragorosi hanno fatto battere i nostri cuori; ma noi tutti ci siamo inchinati giù e giù abbiamo baciato i piedi fermi Di Cathleen, la figlia di Houlihan.

La palude limacciosa è tracimata in alto sul Cloothna-Bare, perché gli umidi venti soffiano dall’aria vischiosa; Come pesanti acque straripate sono i nostri corpi e il nostro sangue; ma più pura di un’alta candela davanti alla Santa Croce è Cathleen, la figlia di Houlihan.»

Mentre cantava la sua voce iniziò a incrinarsi, lacrime gli rotolarono sulle guance, e Margaret Rooney si mise il viso tra le mani e cominciò a piangere con lui. Allora un mendicante cieco vicino al fuoco scrollò i suoi stracci con un singhiozzo, e dopo non ci fu nessuno fra tutti loro che non versasse lacrime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.