Short Strangle con le opzioni mensili

alt

Negli articoli precedenti abbiamo fatto, in più occasioni, riferimento ad una operatività che abbiamo chiamato “Short Strangle con difesa meccanica” che consiste, in sintesi, nella vendita sistematica (tutte le settimane o tutti i mesi) di Opzioni, difese con il contratto future qualora il sottostante iniziasse a muoversi verso lo strike dell’opzione venduta.

Le prime operazioni inviate (nel servizio Segnali Operativi)  risalgono all’estate del 2011: si trattava del Futures EUR e di opzioni vendute su base settimanale, ma abbiamo ben presto affiancato altri sottostanti che sembravano rispondere bene a queste logiche. Da gennaio 2013, invece, abbiamo esteso questa operatività anche alle opzioni con scadenza mensile, per poter allargare il paniere di strumenti negoziati anche alle Commodities, sfruttandone la decorrelazione con i futures su indici azionari e obbligazionari e con le valute.

Sono passato appena 6 mesi, e non avrebbe senso giudicare un’equity composta da 6 punti, ma operando su un paniere di 16 Futures con opzioni monthly, possiamo già farci una idea di quali sottostanti sembrano rispondere meglio alle logiche che sono alla base di questa operatività (parliamo di sistemi di tipo Volatility Breakout abbinati alla vendita di Opzioni su livelli predefiniti).

alt

alt

Con le Opzioni Weekly eravamo vincolati ad operare su futures su indici azionari e obbligazionari e sule valute,ma con le opzioni monthly possiamo aprirci anche al mondo delle commodities, e notiamo, in questo primo semestre, degli andamenti interessanti: i sottostanti che stanno performando meglio sono proprio quest’ultimi (i grafici con sfondo nero), mentre vediamo che altre strutture (quelle con sfondo rosso) che operano su ES o YM (quindi il Mini S&P500 o il Mini Dow Jones)  o su TY (il T-notes decennale) sono invece finite in rosso (anche se spesso di poche centinaia di dollari).

L’operatività si conferma robusta e profittevole, ma nelle ultime settimane abbiamo visto “in diretta” come le notizie possano creare qualche problema a strutture del genere (si pensi al discorso di Draghi la settimana scorsa e le parole di Bernanke mercoledì): ci sono ampi spazi di miglioramento attraverso l’introduzione di filtri che riducano il tempo a mercato (dato che, ad oggi, tutte le strutture sono sempre a mercato, tutti i mesi, fino alla scadenza delle opzioni). Per approfondire la vendita di Opzioni con difesa meccanica sul Future, puoi partecipare a questa giornata di formazione (in programma il prossimo 30 giugno).

Buon trading a tutti.

www.QTLab.ch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *