Intervista a Stefano Masa, responsabile del Centro Studi e Ricerche Varini Publishing

Ci sono solo due modi di parlare di finanza: con cognizione di causa oppure a vanvera. Il capitale o cresce o decresce: se resta invariato è come se fosse decresciuto, perché te lo mangia l’inflazione. Per far crescere il capitale bisogna sapersi muovere sui mercati finanziari, in cui ci sono pesci così grossi che non esiste un amo per catturarli e pesci così piccoli che muoiono senza nemmeno gettare la lenza. Che muoiono sfinendosi a furia di rincorrere questo o quel boccone avvelenato.

Il Centro Studi e Ricerche di Varini Publishing ha un preciso scopo: quello di ridurre le morti dei pesci piccoli. Che siamo (quasi) tutti noi. Di riferire idee di investimento assennate. Semplicemente. Ma è anche la sola cosa che si possa fare senza venir meno alla serietà.

Il responsabile del CSR, oltre che essere un caro amico, è una delle persone più serie che abbia mai incontrato. Un trader “quant”, “quantitativo”, contano i numeri, che in finanza sono le cose.

È un piacere e un onore poter garantire ai miei lettori un servizio come quello che Stefano andrà a fornire loro, andrà a fornire a voi.

Grazie a lui, e grazie a voi, che permettete alla Varini Publishing di esistere.

Edoardo Varini


Caro Stefano, anzitutto grazie per aver accettato la responsabilità del CSR e benvenuto a bordo. Come vivi questa nuova iniziativa?

Consapevolmente. Attraverso la mia prima esperienza editoriale de l’Osservatorio finanziario, ho compreso che il notevole riscontro ottenuto – in neppure sei mesi di pubblicazione – è riconducibile alla naturale e trasparente interazione avuta con i lettori. Il Centro Studi e Ricerche è una nuova iniziativa ed opportunità di crescita per entrambi gli attori che fanno parte di questo nuovo progetto: da una parte gli utenti che usufruiscono di un’informazione periodica indipendente, oggettiva e puntuale; dall’altra parte invece, un intero gruppo di professionisti, obbligati a fornire il loro contributo professionale in maniera responsabile e senza alcun compromesso.

Il Centro Studi e Ricerche sarà anche disponibile a rispondere alle domande dei lettori?

Certo, l’interazione con il lettore finale è uno dei principali obiettivi dell’intero progetto: sono convinto che solo attraverso il sano confronto tra chi legge e chi scrive si potranno condividere ed affrontare la molteplici tematiche che ogni area di intervento potrà offrire sempre sottoforma di opportunità di crescita personale responsabile.

Come si comporrà la nuova sezione del sito Varini Publishing e perché?

Il sito Varini Publishing avrà uno sviluppo sostanziale e mirato principalmente alle esigenze dell’utente finale. La creazione del Centro Studi e Ricerche ha lo scopo di affrontare un insieme di tematiche parallele ma complementari tra loro: sono previste diverse aree tecniche che permettono al lettore di poter approfondire la propria conoscenza in materia finanziaria, assicurativa/previdenziale e legale.

All’Osservatorio finanziario vero e proprio si affiancherà l’Osservatorio macroeconomico: due appuntamenti periodici per tutti coloro che focalizzano il loro interesse e le proprie risorse sul mondo finanziario. Corollario obbligatorio a questi temi ci saranno inoltre due nuove aree: quella relativa al panorama assicurativo e previdenziale ed un’altra dedicata alla complessa sfera del legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *