Osservatorio finanziario n. 39

alt

di Stefano Masa ideatore e titolare di QuantInvest®

Rispetto. Ci vuole rispetto. Moltissime persone dimenticano questa semplice regola di vita e talvolta si lasciano trascinare dagli eventi e dai facili stati d’animo dovuti alla notizia del momento. Quella dell’abbattimento del Boeing della Malaysia Airlines lascia attoniti e allo stesso tempo crea incredulità e sconcerto.

Personalmente sconcerta ancora di più e suscita in me una forte perplessità quell’attesa respirata dai molti operatori ed addetti ai lavori per un eventuale tracollo dei mercati finanziari a seguito di quanto accaduto.

A queste “regole” il gioco non deve essere giocato. Così non va bene e non si deve nemmeno pensare che si possa continuare a stare al tavolo in attesa di futuri eventi. Bisogna avere il coraggio di alzarsi ed abbandonare tutto; un abbandono in nome del rispetto. Il rispetto doveroso ed obbligato per tutti coloro che durante quel loro sventurato viaggio aereo hanno perso quanto di più prezioso ci viene dato: la vita.

 

alt 

 

Per alcuni invece, questo dono viene dimenticato, archiviato e superficialmente scontato perché ormai “siamo vivi e quindi dobbiamo pensare al nostro vivere” magari attraverso il benessere derivante dalla ricchezza, corollario che in molti sognano e che cercano di derivare dalla speculazione finanziaria del momento, mediante la sempre veloce e costante corsa spregiudicata all’inseguimento del profitto anche come conseguenza di gravi eventi come quello malese.

Quanti pensavano di arricchirsi su questa tragedia? Quanti – ora – stanno scommettendo sulle cosiddette future “tensioni geopolitiche” che potrebbero caratterizzare le prossime settimane? E ancora, quanti dimenticano il rispetto?

Le piazze finanziarie europee, dai loro precedenti massimi registrati a giugno, hanno già perso molto a causa di elementi sia tecnici che economico/finanziario, tutto il resto non serve e non deve servire a tutti coloro che vorranno strumentalizzare eventuali ulteriori ribassi sui mercati. Le notizie ci saranno sempre, le cronache non si fermeranno, le pagine dei vari quotidiani e siti internet continueranno a pubblicare.

Ma non dimentichiamo: rispetto. Ci vuole rispetto. Sempre.

A presto.

Stefano Masa – info@quantinvest.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *