Osservatorio finanziario n. 60

alt

di Stefano Masa ideatore e titolare di QuantInvest®

Presidente, riporti l’Italia ad essere il “bel paese”

Illustrissimo presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella,

da ieri, e per i prossimi sette anni, Lei è e sarà il mio nuovo presidente. Il nostro nuovo presidente. Il presidente degli italiani e dell’Italia o per come viene conosciuta all’estero il “bel paese”.

La Sua biografia mi rassicura: la Sua esperienza e storia politica è testimonianza di un percorso che potrà essere solo una garanzia per tutti noi italiani e per l’Italia. Il Suo è stato un cammino difficile, faticoso ed a tratti drammatico. La perseveranza nel mantenere fermi i suoi ideali ha contribuito alla presidenza e rappresentanza che Lei oggi ricopre. Congratulazioni.

I recenti dati economici diffusi portano indietro il nostro “bel paese” al lontano settembre 1959: siamo in deflazione, come allora. Quel periodo se lo ricorderà sicuramente: da poco diciottenne, terminata l’ennesima estate, si affacciava a vivere – inaspettatamente mi verrebbe da pensare – il prossimo ed imminente “miracolo economico” italiano. Il “bel paese” rialzava la testa.

alt

Rialzare la testa. Avere coraggio. Responsabilità nell’agire. Consapevolezza. Fattori che hanno caratterizzato la successiva crescita dell’intero paese rendendolo “bello”. Il “bel paese” appunto.

Questi fattori, gli stessi fattori, voglio credere di riviverli attraverso il Suo operato.

Nutro in Lei molte aspettative, non lo nego. L’unità del paese, del “bel paese”, è nelle sue mani. Ma la Sua storia mi rasserena e tranquillizza allo stesso tempo.

Presidente, la Sua storia l’ho potuta solamente leggere.

Ora tocca a Lei, me la faccia rivivere. Ce la faccia rivivere. Riporti noi italiani a rivivere la storia dell’Italia. La storia del coraggio. La storia dei valori. La storia di un paese per bene.

La storia del “bel paese”.

Buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.