Mercati americani ai massimi: come operare

Di Fabio Pioli, trader professionista, presidente dell’ Associazione Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori e fondatore di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente (www.cfionline.it)

Gli indici USA segnano i massimi storici in un ciclo di rialzo che sembra non avere termine. Ma sarà proprio così?

Per sapere come operare dobbiamo partire dal comprendere in quale fase ci troviamo, constatando le verità che il mercato ci dice.

La prima verità, innegabile è che siamo in un trend di rialzo. Sembra banale ma non lo è affatto, a giudicare dal numero di coloro che si sono messi contro trend, vendendo troppo presto e alimentando così il processo di caccia agli stop loss che la prosecuzione del trend comporta.

La seconda verità, che può invece avere risvolti operativi, è che siamo alla fine del trend rialzista. Questo da cosa si evince?

Da due cose ( Fig. 1):

1)     Dal computo delle onde che compongono il trend rialzista: siamo nell’onda 5, e precisamente nell’onda 5 di 5, che è un’onda diagonale ;

2)     Abbiamo raggiunto livelli importanti di obiettivo e quindi di caccia agli stop-loss ( trend line gialla ). Come sappiamo, una volta cacciati gli stop-loss il mercato può invertire )

 

Fig 1. Nasdaq Composite Index – Grafico giornaliero

Sappiamo ora dove siamo, ossia molto vicini al top del mercato. Dobbiamo ora decidere cosa fare.

Sicuramente per quanto detto, non comprare: comprare vicini ai massimi, in un processo di caccia agli stop loss è quanto meno “avventuroso”.

Shortare allora? Anche se non dovrebbero tardare molto ( Fig. 2), non sono ancora entrati segnali short in base al nostro metodo, tuttavia un suggerimento lo possiamo dare: stare pronti e attendere quanto meno che i prezzi scendano sotto la trend line che unisce i minimi dell’ultimo movimento ( trend line gialla in figura 2): ciò darebbe indicazioni circa la fine del trend e permetterebbe di aumentare le probabilità di entrare nel trend ribassista nascente

Fig 2. Nasdaq Composite Index – Grafico orario

La cosa più probabile, tuttavia, è che i mercati americani entrino in una fase laterale che possa durare una decina di giorni, senza dare, prima della conclisione di tale perido, valide indicazioni di inversione del trend.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *