Modelli predittivi e ali di farfalla

«In tali faccende l’unica certezza è che nulla è certo».

Plinio il Vecchio

Nulla a questo mondo è certo. L’unico rischio che nelle nostre esistenze non corriamo è quello di non imbatterci nel rischio ogni volta che compiamo un’azione, una qualunque azione, anche la più minuta, abituale, scontata.

Se partiamo da questo principio e lo sposiamo alla teoria del caos, che regola la sensibilità esponenziale rispetto alle condizioni iniziali dei sistemi dinamici ¬ il mondo è un sistema dinamico ¬ otteniamo una proliferazione di rischio semplicemente incalcolabile. Ma sempre meno incalcolabile, dal momento che dall’invenzione dei transistor la capacità di calcola raddoppia ogni 18 mesi e dunque quadruplica ogni tre anni.

La citata «sensibilità esponenziale rispetto alle condizioni iniziali dei sistemi dinamici» non è altro che il cosiddetto “effetto farfalla”: «Il battito d’ali di una farfalla può provocare un uragano dall’altra parte del mondo». Come vedete le variabili sono troppe, si approssimano all’infinito. Ma indubbiamente la potenza di calcola è l’aiuto migliore.

Questa potenza viene applicata tramite modelli predittivi matematici, il primo dei quali fu ideato da Carl Frierich Gauss e si chiama “modello di regressione lineare”, ovvero un metodo che attraverso i minimi quadrati consente di stimare il valore di una variabile dipendente a partire da una serie di valori antecedenti ad essa collegati,.

Per dirla più semplicemente: la regressione lineare consente di formulare previsioni a partire da una serie di dati storici.

Esistono altri modelli: Minimi quadrati ordinari, Modelli lineari generalizzati (GLM), Regressione logistica, Foreste casuali, Alberi decisionali, Reti neurali, Spline di regressione multidimensionali adattive (MARS).

Ma il funzionamento di tutti si basa sull’applicazione ai dati disponibili di modelli matematici in grado di approssimare al meglio il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *