Anche per l’arte, la nuova America è l’Africa

alt

Anche per l’Arte, la nuova America è l’Africa. Non gioco a far l’economista, non voglio avventurarmi su terreni scivolosi né affrontare argomenti di enorme complessità a colpi di slogan, ma voglio condividere una suggestione.

Il Prodotto Interno Lordo pro capite annuo dell’Italia è di 30.500 dollari (dati CIA World Factbook, gennaio 2011); in Germania sono a 35.700, mentre il PIL/pro capite degli USA è di 47.200 $. Prendiamo qualche Paese africano a caso: Togo – 900 dollari pro capite (un trentaquattresimo dell’Italia); Etiopia 1.000$ (un trentesimo dell’Italia); Nigeria 2.500$ (un dodicesimo).

Ora, seguendo la stessa scelta geografica, analizziamo i più recenti risultati d’asta di artisti degli stessi Paesi africani presi a caso tra i pochi affacciatisi sul mercato internazionale. Togo: Joseph Amedokpo (1946) “Birds Kingdom”, olio su tela cm 70×70 – Meeting Art, Vercelli 20/06/2012 euro 400. Etiopia: Alexander Boghossian (1937-2003) “Fertility painting”, olio su tela cm 143,5×83 – Bonhams, Londra 22/05/2012 euro 16.087. Non c’è un refuso: sedicimilaeottantasette. Nigeria: Simon Okeke (1937-1969) “Head of a Student”, scultura in bronzo h cm 40 – Bonhams, Londra 22/05/2012 euro 7.425. Il risultato precedente? “Senza titolo”, pastello su carta cm 17,8×11,4 – ArtHouse Contemporary, Lagos 09/05/2011 euro 17.100. Dico: diciassettemilaecento.

alt

La domanda sorge spontanea: cosa succederà alle quotazioni di questi artisti quando il potere d’acquisto nei loro Paesi d’origine s’avvicinerà a quello del mondo occidentale? O anche solo quando crescerà la capacità di spesa delle loro élites, quando in quegli Stati verranno istituiti, potenziati o diffusi Musei, raccolte e collezioni nazionali d’Arte contemporanea?

Se Boghossian, dall’Etiopia, il cui potere d’acquisto è un trentesimo dell’Italia, sul mercato internazionale oggi costa quanto un Guttuso, quanto potrà costare quando la forza economica dell’Africa si avvicinerà all’Occidente?  Se Amedokpo, dal Togo, il cui potere d’acquisto è un trentaquattresimo dell’Italia, sul mercato internazionale oggi costa quanto un valido artista italiano contemporaneo, quanto costerà quando quel trentaquattresimo del Togo diventerà un quinto o la metà ? Meglio spender mille euro oggi per comprare un paio di Amedokpo…

Luca Sforzini

Gallerista d’Arte – Consulente – Perizie, stime e valutazioni per assicurazioni & divisioni ereditarie

(+39)-331-4125138 / lucasforziniarte@libero.it / http://www.valutazioniarte.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *