Navigando in questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni. OK, ho capito.

Il voto postale austriaco: ma guarda! Questa volta non ha premiato  il centrodestra!


Alexander Van der Bellen, 72enne ex professore universitario, è da oggi il nuovo presidente austriaco, con il 50,3% di voti. A poco più di 31.000 voti lo sconfitto, Norbert Hofler, il candidato del Partito delle Libertà.

Se il verde Alexander ha vinto è stato per il voto postale, per gli 800.000 che hanno votato per corrispondenza, pari al 14% degli aventi diritto. Tra cui gli austriaci all'estero e quelli che il giorno del voto non si trovavano nel comune di residenza.

Il voto postale è un po' meno segreto e un po' più manipolabile del voto alle urne, voi capite, ma sicuramente in questo caso tutto si è svolto correttamente, ed anche il fatto che in passato il voto per corrispondenza ha sempre premiato il centrodestra non può e non deve significare nulla. Soprattutto non deve.


alt


Perché questo dev'essere il trionfo della civiltà sulla barbarie della destra ultranazionalista, una vittoria dei lumi della ragione sull'oscurità dei populismi timorosi del multiculturalismo dovuto ai migranti del Medio Oriente.

Vedete che fioccano le felicitazioni, in prima fila Gentiloni e Mattarella, il nostro Presidente, che è corso a scrivere al suo omologo: «Sarò particolarmente lieto di poter collaborare con lei per il bene comune dei nostri due Paesi e del nostro Continente, certo che anche in futuro Austria e Italia continueranno a rappresentare un modello di progressiva integrazione nel segno del comune disegno europeo».

Ora, trovare il comune disegno europeo sull'integrazione non è esercizio tra i più agevoli, ma i partiti tradizionali, a tutte le latitudini, quando rischiano di perdere il controllo si mobilitano sotto il vessillo delle dodici stelle dorate disposte in cerchio su campo blu.

Dunque affluenza record (72,7% il dato austriaco) e compattazione sul candidato "civile". Alla destra sono andate le zone rurali, mentre Van Der Bellen ha conquistato in 8 capoluoghi regionali su 9, raggiungendo il 60% dei voti a Vienna.

Il Paese è spaccato in due. Nel 2018, ma forse già nella prossima primavera, verrà rinnovato il Parlamento, e forse questa volta non ci sarà voto postale che tenga.

A presto. 

Edoardo Varini

(24/05/2016)

 

La vita in rosa, il sangue sempre rosso


Facciamo finta di essere il premier e di guardare le notizie odierne con gli occhiali rosa, ma rosa tanto, rosa confetto. Apriamo il giornale e leggiamo: «Inps, meno incentivi: rallentano i contratti stabili». La notizia è che nei primi tre mesi del 2016 il saldo tra nuovi contratti a tempo determinato stipulati e cessazioni di contratto è stata di +51.087 unità. Un dato peggiore del 77% rispetto al saldo positivo di 224.929 contratti stabili del primo trimestre dello scorso anno: che sia per l'intervenuta riduzione degli incentivi?

Invece il numero dei voucher venduti è schizzato alle stelle, sempre nel primo trimestre 2016 ne sono stati acquistati 31,5 milioni del valore nominale di 10 euro: si vede che il lavoro accessorio in Italia ha preso il sopravvento. Non pensate che sia uno sfruttamento padronale, no, è solo un segno dell'incertezza dei tempi. Tutto è divenuto accessorio, ma non lo vedete: il lavoro, i diritti, la moralità, la coerenza, la serietà... Propongo il voucher per la faccia di bronzo, dal valore pari alla Finanziaria 2016. Avrà un unico compratore, Matteo, che ovviamente si servirà dei soldi nostri.


alt


Sono tutti felici perché la Commissione europea ha dato il via libera ad uno 0,8% di flessibilità in cambio dell'impegno del governo italiano ad evitare uno scostamento tra le previsioni di bilancio di quest'ultimo e quelle della stessa Commissione: si parla di una differenza dello 0,15-0,20%. E noi abbiamo detto sì, ma come potremo rendere veritiero questo sì non ci è dato sapere, visto che il debito pubblico seguita ad essere inchiodato al 132,7% del Pil e nel 2017, secondo le più rosee, renziane, confettose previsioni – cioè se ci va di grandissima fortuna – scenderà al 131,8%.

Dell'8% di flessibilità lo 0,50% sarà per le riforme economiche, lo 0,25% per gli investimenti infrastrutturali, lo 0,04 per la gestione dell'emergenza rifugiati e lo 0,06 per l'emergenza sicurezza. Se lo 0,25% per gli investimenti strutturali, pari a 4 miliardi, significasse che dovremo effettivamente spendere in progetti infrastrutturali quella cifra da qui a fine anno saremmo bell'e che fottuti. Abbiamo presentato un sacco di progetti: strade, scuola, banda ultralarghissima, ma si sa che nelle chiacchiere siamo forti. Quando si viene al dunque, ad iniziar dagli appalti, c'è da rabbrividire.

L'Europa sta semplicemente giocando al gatto con il topo. E quando ci addenterà ci sarà più rosso che rosa, vi assicuro. 

A presto.

Edoardo Varini

(17/05/2016)

 

Da Piazza Maggiore ad una nuova destra

di Edoardo Varini

Della Lega, del disastroso governo, del dovere civile.
Dettagli...

I grandi investitori

Non si diventa grandi investitori senza essere grandi uomini: è questo è il primo messaggio che ricaviamo dalla lettura del...

Dettagli...

Trattato di money management 

Il money management come scienza. Sapere quanto puntare. Per preservare... 


Dettagli...

Di virtù lira sonante

La massoneria nella sua
storia è riuscita a mettere in
comunicazione fra loro saperi, cultura...


Dettagli...

Trading Moderno

Questo libro tratta delle
due seguenti tematiche:
l’utilizzo di tecniche tradizionali “potenziate” da particolari...

Dettagli...

Candlestick Day Trading

È ideale sia per i neofiti,
sia per i trader già affermati
e i numerosi esempi, semplificano quanto
descritto con le parole...

Dettagli...

Uomini di Trading

Storie di vita e di borsa di due trader professionisti.





Dettagli...

Trading in Opzioni

L’ultimo decennio borsistico ha evidenziato il limite principale di gran parte dei prodotti del risparmio gestito: il saper guadagnare...  

Dettagli...

Neural Trading

Le reti neurali al servizio del trading.
Il confronto con le tecniche
tradizionali. La composizione
di un trading system che...

Dettagli...

Pensare
Dio

Un'introduzione storica
alla filosofia della religione

di Linda Trinkaus Zagzebski, tradotto da Edoardo Varini...

Dettagli...

Il Trading Online

Storia, personaggi e servizi della negoziazione telematica di titoli finanziari. VOL. 1 Dallo Sputnik al World Wide Web...

Dettagli...