Navigando in questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni. OK, ho capito.

"Europa": è il titolo del più grande vaudeville del mondo


Bene, si riparte. Immagino che non tutti si siano dispiaciuti della sospensione degli invii. Ma non intendo prolungare a costoro il favore. Si riparte. Non so se più forte di prima perché già prima si andava forte abbastanza. Mi pare.

Dunque, in febbrile – ma che sia più giusto qui "febbricitante"? – attesa che il nostrano ministro della Difesa, Roberta Pinotti, presenti l'11 ottobre a Bruxelles all'Europarlamento il piano italiano per la creazione di un esercito europeo permanente che sia il coniglio estratto dal cilindro del prestigiatore guerriero della difesa comune che ci costa la metà di quello americano ma che ci rende un decimo, dobbiamo prendere atto che l'Europa è governata da stolti.

Da stolti che il 16 settembre, a Bratislava, non hanno saputo capire che la sola speranza di compattare e rifondare e riproporre credibilmente l'europeismo è fornire una risposta credibile e certa al bisogno di sicurezza che proviene perfino dai più sparuti angoli del Vecchio Continente. Terrorismo, pressioni immigratorie, guerre e instabilità ai confini, le spalle che gli Stati Uniti ci hanno girato da almeno un quarto di secolo ed è come non ce ne fossimo accorti, tutto ciò non è valso a che in Slovacchia si riuscisse a delineare finanche un abbozzo di difesa coordinata.

Ciascuno stato con i suoi quattro fucili e due aeroplani a far ridere il mondo.


alt


Non è invece per farne uscire colombe e conigli che lo zio Sam si è tolto il cilindro, ma solo per mostrare lo stopposo ciuffo del probabile futuro presidente, che se c'è una cosa certa che certamente non farà sarà guardare con interesse al di là dell'Atlantico.

Il ministro delle finanze teutonico Wolfgang Schäuble non è da molto che ha accusato il Presidente della BCE Mario Draghi di essere il responsabile dell'ascesa dei populisti di AfD, e la cosa su cui riflettere è che assai verosimilmente non lo ha fatto a torto. Vedere nell'attività di SuperMario un «salvataggio occulto» dei Paesi del Sud Europa è proprio sbagliato?

Ma è stata l'unità monetaria a rendere necessario quel salvataggio e di questo non ha alcuna colpa Draghi. Quando i barbari sono alle porte e si cincischia su chi deve andare a chiuderle significa che i barbari sono già dentro. I barbari non sono gente dalla pelle scura, sono l'Ignoranza e l'Ignavia e l'Ipocrisia ed il loro inevitabile portato: il disfacimento della civiltà.

A presto. 

(29/09/2016)

 

No alle Olimpiadi, no alla grandezza

Se facciamo una rapida passeggiata per i giardini e le piazze di una qualunque città notiamo subito che i monumenti commemorativi sono stati eretti a persone che hanno rischiato. Eroi, idealisti, combattenti, martiri del pensiero o della fede, navigatori, poeti... I poeti hanno in fondo rischiato anche loro, sebbene solitamente non la vita. Hanno rischiato l'incomprensione, hanno rischiato la fame, hanno rischiato la solitudine. Gli artisti, in generale, lo hanno fatto. L'accostamento rischio grandezza ci è automatico, assolutamente istintivo, naturale.


alt

La sindaca Virginia ha invece deciso che non bisogna rischiare le Olimpiadi, perché: «In passato il budget è stato sforato quasi sempre, almeno dl 50%, e anche di più». E le chiama le «Olimpiadi del mattone».

Le Olimpiadi sono la manifestazione più importante inventata dall'Occidente, in quella Grecia antica la cui cultura determina ancora oggi il nostro modo di pensare. Il loro motto è «citius, altius, fortius», «più veloce, più alto, più forte». Beppe ha deciso che Virginia decidesse che dobbiamo andare via piatti. Strisciando.

A presto. 

(22/09/2016)

 

Da Piazza Maggiore ad una nuova destra

di Edoardo Varini

Della Lega, del disastroso governo, del dovere civile.
Dettagli...

I grandi investitori

Non si diventa grandi investitori senza essere grandi uomini: è questo è il primo messaggio che ricaviamo dalla lettura del...

Dettagli...

Trattato di money management 

Il money management come scienza. Sapere quanto puntare. Per preservare... 


Dettagli...

Di virtù lira sonante

La massoneria nella sua
storia è riuscita a mettere in
comunicazione fra loro saperi, cultura...


Dettagli...

Trading Moderno

Questo libro tratta delle
due seguenti tematiche:
l’utilizzo di tecniche tradizionali “potenziate” da particolari...

Dettagli...

Candlestick Day Trading

È ideale sia per i neofiti,
sia per i trader già affermati
e i numerosi esempi, semplificano quanto
descritto con le parole...

Dettagli...

Uomini di Trading

Storie di vita e di borsa di due trader professionisti.





Dettagli...

Trading in Opzioni

L’ultimo decennio borsistico ha evidenziato il limite principale di gran parte dei prodotti del risparmio gestito: il saper guadagnare...  

Dettagli...

Neural Trading

Le reti neurali al servizio del trading.
Il confronto con le tecniche
tradizionali. La composizione
di un trading system che...

Dettagli...

Pensare
Dio

Un'introduzione storica
alla filosofia della religione

di Linda Trinkaus Zagzebski, tradotto da Edoardo Varini...

Dettagli...

Il Trading Online

Storia, personaggi e servizi della negoziazione telematica di titoli finanziari. VOL. 1 Dallo Sputnik al World Wide Web...

Dettagli...