La partita del cuore, la chirurgia al cuore: per quanto ancora non saranno la stessa cosa?


Certo che per chiamare Gino Strada in Sudan e chiedergli se gli sembra giusto o meno che Renzi giochi la partita del cuore ci vuole un bel coraggio. Una bella faccia di tolla, che in italiano corretto sarebbe faccia di latta, cioè di lamierino di ferro rivestito di stagno, così non si corrode. Ah, ci fosse uno stagno capace di proteggere dalla fatuità.

Ma ormai è così. È passata questa cosa che «Domandare è lecito e rispondere è cortesia» che autorizza chiunque a romperti le scatole e se non te le fai rompere sembri scortese.

Ma rispondere a qualunque sciocca domanda non soltanto è una perdita di tempo ma è anche qualcosa che ti fa diventare sciocco per un po', oppure che – potremmo anche dire – per un po' ti distoglie dalla serietà.


alt


È una preghiera: vogliamo concedere alle persone, o almeno anche soltanto alle persone che sanno fare qualcosa, il tempo della serietà? Non tutti fanno qualcosa di inutile o di facile o di poco impegnativo o di dozzinale. Se uno di mestiere salva vite umane, volete fare la cortesia, cari giornalisti e operatori dell'informazione, di non infastidirlo? Di non distrarlo? La distrazione! Eccolo il grande nemico della civiltà.

Le lobby della telefonia hanno impedito e impediscono che vengano resi noti i risultati degli studi che indicano i pericoli dell'uso dei cellulari alla guida. Però qualcosa trapela. Lo sapevate che il rischio di un incidente se si sta cicalecciando mentre si guida, anche con l'auricolare o il vivavoce, è quadruplicato? E che dal 2005 al 2010 negli Stati Uniti sono raddoppiate le persone investite nell'attraversamento di una strada perché avevano qualcosa di improrogabile da dire al cellulare? E che la metà di noi lavora al massimo un quarto d'ora senza venire interrotto? Ma dove volete si finisca così se non nell'evangelica "fossa" di cui ci dice Matteo: «Se un cieco guida un altro cieco, ambedue cadranno nella fossa».

Che un tempo mi veniva in mente il dipinto di Bruegel ed ora invece mi vengono in mente i Suv con i vetri oscurati. E in fondo anche questo è un degrado.

A presto. 

Edoardo Varini

(23/04/2014)

 

I buchi neri bancari: nessun Stephen Hawking verrà mai a confutarne la teoria


Sul "Corriere" odierno c'è uno splendido fondo di Alesina e Giavazzi. Di una chiarezza esemplare, di una verità innegabile. La domanda che i due economisti si pongono è la seguente: «Perché mai i Paesi dell'euro stanno impiegando tanto più tempo degli Stati Uniti ad uscire dalla crisi?». La loro risposta: è per via dell'ordine sbagliato in cui sono stati fatti gli interventi di politica economica successivi alla crisi. Dal momento che senza credito un'economia non può ripartire, avremmo dovuto prima occuparci della disponibilità del credito e poi pensare al riassetto dei conti pubblici.

Il governo stellestrisce così ha fatto, impegnandosi prima a ricostituire il capitale degli istituti di credito e poi passando al risanamento della finanza pubblica. E questo malgrado Oltreoceano "appena" la metà del credito alle imprese sia di provenienza bancaria (l'altra metà è obbligazionario), mentre in Europa le banche forniscono alle aziende l'80% del credito. Ciò da noi è accaduto perché ricapitalizzare le banche è difficile, i vecchi azionisti a vedersi ridotto il valore dell'azioni si lagnano... ma vi rimando direttamente all'articolo, che sottolinea l'importanza della legge sull'Unione bancaria europea approvata la scorsa settimana dal Parlamento Europeo. Tale legge renderà certo più agevolmente percorribile – o percorribile tout court – l'unione monetaria. Non è difficile prevederlo.


alt


Mi pongo solo la questione se si sia ancora in tempo a correggere l'errata sequenza degli interventi cui abbiamo accennato. Se cioè il Fondo salvabanche (Single Resoultion Fund) – ovverosia quella risorsa che consentirà ai governi nazionali di smettere di indebitarsi per salvare i grandi gruppi creditizi – riuscirà ad entrare in vigore per tempo: il 2023 è tanto lontano, i 55 miliardi previsti non sono poi molti, ed ancor più alla luce del fatto che l'introduzione della vigilanza unica a livello di Banca Centrale Europea evidenzierà delle passività che i precedenti controlli interni non evidenziavano.

Andare a verificare l'effettivo valore degli investimenti, di tutti gli investimenti, presenti nei portafogli delle banche è qualcosa di certamente doveroso ma anche di potenzialmente destabilizzante. Temo che in finanza la teoria dei buchi neri non sarà mai confutata come lo è stata di recente in astrofisica. Non verrà mai nessun Stephen Hawking a dire che no, che radiazioni e materia da quegli astronomici tritatutto possono uscire. Dai buchi neri finanziari non potrà fuoriuscire mai niente. Non un euro. O forse una cosa sì, e lo speriamo tutti tanto:  un po' di senso etico in più.

A presto. 

Edoardo Varini

(23/04/2014)

 

L'investimento finanziario

di Lucio Sgarabotto e Federico Costalonga

Per un investimento consapevole.


Dettagli...

I grandi investitori

Non si diventa grandi investitori senza essere grandi uomini: è questo è il primo messaggio che ricaviamo dalla lettura del...

Dettagli...

Trattato di money management 

Il money management come scienza. Sapere quanto puntare. Per preservare... 


Dettagli...

Di virtù lira sonante

La massoneria nella sua
storia è riuscita a mettere in
comunicazione fra loro saperi, cultura...


Dettagli...

Trading Moderno

Questo libro tratta delle
due seguenti tematiche:
l’utilizzo di tecniche tradizionali “potenziate” da particolari...

Dettagli...

Candlestick Day Trading

È ideale sia per i neofiti,
sia per i trader già affermati
e i numerosi esempi, semplificano quanto
descritto con le parole...

Dettagli...

Il Trend
dei mercati mobiliari

Individuare e sfruttare il trend: il segreto del trading. In questo libro... 


Dettagli...

Trading in Opzioni

L’ultimo decennio borsistico ha evidenziato il limite principale di gran parte dei prodotti del risparmio gestito: il saper guadagnare...  

Dettagli...

Neural Trading

Le reti neurali al servizio del trading.
Il confronto con le tecniche
tradizionali. La composizione
di un trading system che...

Dettagli...

Pensare
Dio

Un'introduzione storica
alla filosofia della religione

di Linda Trinkaus Zagzebski, tradotto da Edoardo Varini...

Dettagli...

Il Trading Online

Storia, personaggi e servizi della negoziazione telematica di titoli finanziari. VOL. 1 Dallo Sputnik al World Wide Web...

Dettagli...