Navigando in questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni. OK, ho capito.


-  Il Papa tra le pantere nere
-  Grillo, il San Francesco 2.0, quello che si tiene gli averi
-  Il Rapporto ISTAT 2017 sul Paese: leggetelo. E poi pensate ad una politica di pensieri coerenti, strutturati e costruttivi: ritroverte il valore dell'appartenenza e dell'autodeterminazione
-  Nuovo record del debito pubblico: alzi la mano chi crede al DEF
-  È l'era dei fighetti manovrati dai plutocrati. Ma non bisogna farsene una ragione: bisogna reagire. Patria Italiana è nata per questo: è giunta l'ora di fare qualcosa insieme
-  Prendi un Talisker, ladro. Che poi magari qualche Cocco Bill ti fa saltare le cervella per un salame
-  Di Kim, Jong-un si fa buono tutto: come del maiale. Dopo averlo pasciuto con lo Spirito hegeliano
-  Seicento milioni di euro: il prestito ponte governativo ad Alitalia
-  Presidenziali francesi: Macron, il finto rivoluzionario o Marine e il suo movimento di popolo vero?
-  Gridare lo scontato e asservirsi alle bestie. È questa la civiltà?
-  Easter Bunny e il commestibile altrove occidente
-  Il Diavolo è cinese e che l'Angelo non celebri il terrore
-  "L'amaca" di Serra o "la moto" di Varini: dipende da quanto vi importano gli altri
-  Stefano De Trollis, parlamentare fasullo veridico come nessuno
-  Cinquantanove missili Tomahawk sui criminali
-  La Corte dei conti e l'affabulazione della crescita «robusta e duratura». Cui seguirà la moltiplicazione dei pani e dei pesci
-  I dazi di Tump, il ruggito chioccio di Gentiloni
-  La Brexit: Albione da perfida è diventata idiota
-  Non si tratta di uscire dall'euro ma di sopravvivere alla sua ormai inevitabile caduta
-  In Russia non c'è la corruzione e le accise e l'Iva non aumenteranno: le baggianate di governi senza vergogna
-  L'autonomia economica a 38 anni. Tra un decennio a 48. L'inferno che nessuno vuol vedere
-  I muscoli gonfiati dello zio Sam
-  Sul lavoro vinca la CGIL, ma muoia l'idea che il sindacato è di sinistra: è giunto il tempo della riconciliazione nazionale
-  Sale la produzione industriale nella UE: ma in Italia cala del doppio
-  L'indipendenza scozzese: solo una questione di tempo
-  L'Inter, l'inchiesta sul Sole e la bellezza di un'alba tragica
-  Crolla un cavalcavia, in un'Italia a pezzi
-  I punti chiave del programma di Patria Italiana per Infrastrutture e Trasporti
-  Draghi: tutto va bene ma meglio tenere le stampelle del quantitative easing. Senza mai dire dell'imminente spaccatura verticale del Vecchio Continente
-  Il primo punto programmatico di Patria Italiana: le politiche familiari. L'Italia sta morendo - Del reddito di base incondizionato: ragioniamoci
-  La mia città, Pavia, emblema dell'Italia dolente. Ora però basta
-  La carta d'identità del mio movimento e, molto in subordine, di Parisi e del papà di Renzi. Di Gaber, invece, sullo stesso piano
-  Pretendere che i sacerdoti non abusino di minori è contrario alla fede? Lo chiedo alla Congregazione che dovrebbe difenderla
-  Trump e l'unica destra oggi possibile: quella sociale
-  Non si difende chi sequestra due donne e ne ride. Salvini: la destra è un'altra cosa
-  Il Paese dei vecchi spaventati come bambini
-  Dei comici di regime, della scissione del PD e delle Repubblica delle banane
-  La politica, il diritto alla primavera e Chalciuhtlicue dalla sottana di giada
-  Fondare un movimento politico per salvare la Patria? Lo psicodramma, l'autismo o l'ascolto e l'impresa. A voi
-  Mario Monti e i Mari con due speranze nel cuore
-  «Ordo ab chao», o della politica dei costruttori
-  Il principio: la nazionalizzazione delle masse
-  Oddio la procedura d'infrazione! Il popolo italiano alzi la testa
-  Patria Italiana: i primi 5 punti del programma economico
-  Patria italiana: il nuovo movimento politico ha un nome
-  Donald non può essere la bandiera della Destra, cui chiederei se ancora non è giunto il tempo di pensare
-  Si può votare ora: lo si faccia
-  Attento Matteo: forte dev'essere la cultura identitaria nazionale, non l'uomo, come dice Grillo
-  Scatteranno le clausole di salvaguardia, e allo stordimento della flessibilità seguirà il macello
-  Le misure per evitare la procedura d'infrazione e i piccioni sul tetto di Palazzo Koch
-  L'Italia, sola in Europa, è in deflazione
-  Politici: ma lo vogliamo usare il Web per la comunicazione o ripeteremo la baggianata che Casaleggio era un genio a vita?
-  Mc Donald's, i poveri e i cardinali
-  5 miliardi, 8,8, 20, infinito
-  Mps non la voleva nessuno: la comprano con i nostri soldi
-  Lo Stato non può salvare se stesso: che salvi le banche è uno scandalo
-  Venti miliardi per le banche: una vergogna
-  Tra sette giorni è Natale. Anzi Natale è domani. È adesso
-  Vivendi non poteva comprare azioni Mediaset quest'anno. È tutto qui
-  A Roma, a teatro, a cianciare. Milano dove sei?
-  Il governo dei gentiloni
-  State sereni, italiani. Almeno quanto Enrico
-  Via le slide per promotori: è tempo di guardare in faccia la realtà
-  Destra: ora al lavoro. I comici e i mestieranti stiano in disparte
-  Il falco tedesco dell'austerity sta con il ciuchino forentino
-  Alle primarie del centro destra francesi trionfa François Fillon, trionfa la ragione
-  «Assolvete chi commette l'aborto», dice Bergoglio. Che forse non sa che le madri non possono assolversi
-  Il menestrello, Pinocchio ed un referendario Mangiafuoco
-  Vincerà Hillary, l'oligarca
-  Produttività italiana ultima in Europa, disoccupati in aumento: lo story telling dell'Istat è a un bivio
-  È una sera italiana anche questa
-  Lasciamo si faccia bello agli occhi della morosa: lo picchiamo dopo. Si dissero i commissari UE
-  Hillary e il vagabondo
-  La sanatoria fiscale, per raccogliere un "dovuto" che non c'è
-  Italia, o le disavventure della virtù
-  La notte dei vicepresidenti USA: una notte italiana
-  "Europa": è il titolo del più grande vaudeville del mondo
-  No alle Olimpiadi, no alla grandezza
-  Le nevi del Nasdaq e del Kilimangiaro
-  L'outsourcing dell'intelligence: la novità per vincere le guerre
-  La povertà è degli altri, fin quando ci bussa alla porta
-  Mps: il problema sono i conti non la speculazione
-  Microsoft butta miliardi di dollari: Linkedin ringrazia
-  Renzi ha già perso a Roma e Torino. Solo che ancora non lo sa
-  La politica dei carini, e degli idioti
-  Il genocidio armeno ha un solo nome
-  Nubifragio a Milano, e sul resto
-  Il voto postale austriaco: ma guarda! Questa volta non ha premiato la destra!
-  La vita in rosa, il sangue sempre rosso
-  Non un centesimo straniero sul Fondo Atlante: agghiacciante
-  Il Fondo Atlante: ma vi fu mai una più titanica pagliacciata?
-  Tra rubagalline e questue di flessibilità: l'Italia
-  Delle baruffe capitoline, della cybersicurezza all''amico sturtapparo senza nemmeno il sito
-  Ragazzi, non so come dirvelo. Non va tutto bene
-  Ma se impedite alle banche nazionali di imbottirsi di debito sovrano chi lo farà al posto loro?
-  Prince, e l'ascensore per chissà dove
-  Un'altra strage in mare: un problema sempre più italiano
-  Vogliamo smetterla di sputtanare i referendum?
-  «Addio al bicameralismo perfetto», e a questa riforma costituzionale, in ottobre
-  Bonifica di Bagnoli: un pallottoliere per il premier
-  Far pagare le tasse ai ricchi. Basterebbe questo
-  Federica, Maria Elena ed i loro wildiani ritratti
-  La divinità: per vederla dovrebbe bastare la percezione del limite
-  L'intolleranza che non è violenza: la nostra anima
-  La fusione Bpm-Banco Popolare: questa volta la Bce chiede solo serietà e coerenza
-  La Boldrini e le cose che non si chiedono agli uomini
-  Proviamo una volta a dare stimoli di pensiero? Perché la deflazione è in testa
-  Avevamo i telefoni bianchi, ora bianche sono le poltrone. Ed è ancora peggio
-  Libia: si va in poche decine a difendere gli impianti. Il resto è fuorviante spacconata
-  NOTUM: il nuovo modello economico del giornalismo. L'hanno fatto dei ragazzi
-  Niki Vendola e lo squadrismo dei soldi
-  Primo sì del Senato alle unioni civili: esercizi di stile e di faccia di bronzo
-  Il centro destra mi vuole ascoltare? Non lo dirò tante altre volte ancora
-  Di Umberto, del Papa e delle facce più "fighe" del dormitorio di Harvard
-  In un momento di rifondazione nazionale la cultura è politica o non è
-  La riforma del credito cooperativo: c'è sempre qualcuno più uguale degli altri
-  Una bizzarra, smodatamente aziendale e gerarchica idea di democrazia
-  Caro Beppe, la politica dei comici è finita. Vale anche per l'altro
-  Milano, 6-7 febbraio: Le primarie dei secondari
-  Il reddito minimo renziano: 40 centesimi al mese per le famiglie in povertà assoluta e con minori
-  A Milano per una nuova Europa orgogliosa delle sovranità nazionali
-  Garantire i crediti deteriorati con i nostri soldi e in deficit: mai un barlume di genio, di serietà
-  Il ddl Cirinnà: una bestialità che equipara la sterilità alla vita. Il trionfo della morte
-  La verdiniana «cosa che si affilia». fossei Renzi non ci dormirei la notte
-  Occorre una nuova guerra di liberazione. Questa volta dall'allucinazione
-  Cisco qui fa la carità. Altrove investe. Apriamo gli occhi ragazzi!
-  Il crollo di Mps non nasce dalla speculazione. Sorge da sotto il tappeto
-  Dal coro di voci bianche Renzi come Tsipras: l'Italia come la Grecia?
-  A Colonia dov'erano le forze dell'ordine? E gli uomini?
-  A voi che avete dato il 2 per mille a uno che non avreste voluto come capoclasse
-  Essendo data: la verticalità. A David
-  L'orda. La notte di San Silvestro, a Colonia
-  "Strong sell" sul premier che indica un "buy"
-  Il renziano governo e lo smog: le misure di nulla per la morte di tutti
-  L'inciucio della Consulta: ghigliottinare la donna del re per governarci insieme
-  La testa di Salomè non è cosa? Allora quella di Medusa
-  Sconfitta la notte della Repubblica avremo la disperazione moderata?
-  Sotto macerie di scandali il cadavere della credibilità finanziaria
-  Luigino, suicidato di Stato
-  Francia: il razionale trionfo del Front National
-  Filippo Taddei, cui spiegare le cose dopo, semplicemente
-  Io oggi mi vergogno di essere europeo
-  Il salvataggio delle quattro banche sulle spalle dei turlupinati
-  Un soldato che non muore a volte è il male
-  L'abbattimento del cacciabombardiere russo: un atto di guerra con il favore di Obama
-  Tra i resti di un Sukhoi-24 la firma dei veri nemici d'Europa
-  Massimo Gramellini e la sfiga: due cose diverse?
-  Aliquota fiscale totale sulle imprese al 64,8%: è giusto non ribellarsi alle vessazioni?
-  La Francia in guerra ci chiede lealtà. Renzi tentenna con la sfida educativa
-  Non bombe sul nemico ma ottimismo alla Nazione: ce lo terremo ancora per molto?
-  I moderni templari a difesa della nostra civiltà
-  Deposti dalla croce
-  Venerdì 13 novembre: il diavolo al Bataclan
-  L'aggressione antisemita di Milano: l'uomo biondo, il suo coltello, il roveto di kippah che non brucia
-  Casa Pound, il fascismo, Israele
-  La Cassazione carrolliana, i ragionieri e gli zero virgola che azzerano la possibilità di ripresa
-  L'irrisione è finita: capitelo presto sedicenti rossi sotto le celesti crepe
-  8 novembre leghista a Bologna: le bandiere, la piazza, la gente democratica
-  Bocciata la riforma Boeri: un'altra e spero ultima ingiuria all'equità
-  Per un pensiero di destra, coniugato a un'istanza sociale dell'agire politico
-  Papa Francesco è forte abbastanza, non saremmo altrimenti arrivati fin qui
-  La cultura di destra esiste. Ed è qui per dare un'identità politica e un futuro alla Nazione
-  Bologna, 8 novembre 2015: "Liberiamoci e ripartiamo". Il popolo della Lega promuove una nuova liberazione
-  Vatileaks: i due corvi e gli editori di becchime
-  Il trionfo di Erdogan in Turchia: la stabilità a suon di bombe voluta dall'Europa
-  La Lega: nazionale, nazionalista, libertaria. E finalmente con le parole per dirlo
-  Di Bankitalia, Marino, degli «abbiamo scherzato», di noi mendicanti di diritti e uguaglianza
-  Santa Rossella dei déclassés
-  Padoan Pier Carlo, ministro, dalle flessibilità inflessibili
-  L'uomo verde e la Cattedrale di Vigevano: il comizio di Salvini e la cultura che viene
-  #italiacolsegnopiù: una manovra espansiva, ma tanto, fondata su un Pil che non c'è
-  Il limite dei contanti a 3.000. E quello dell'indecenza a +infinito
-  A rosicchiare i salari e a divorar sindacati, sventolando i più zero e qualcosa
-  «L'Italia è tornata»: ma sta dietro, come Luigi Malabrocca da Tortona
-  La Riforma del Senato: io non ricordo una simile protervia nell'Italia Repubblicana
-  La modernità sarà individuale o non sarà: una riflessione intorno al social, al gregarismo, alla internettiana servitù
-  Lo scandalo Volkswagen: una pallida donna orante, un sepolcro, un serpe tra i piedi
-  Per cena i global markets si mangiano la Fed
-  Una dannata, per quanto democratica, inazione
-  Un fuorviante, ininterrotto, pseudoeconomico dire
-  Su due defunti petali di rosa. L'altro è lo Stato
-  La svalutazione cinese: il poco chimerico economico danno
-  Sulle nomine RAI: Il ronzino morente potrebbe tenersi il morire?
-  E se la firma spettasse al diavolo?
-  Quadratino non sa far di conto. Ma che gli importa? I conti torneranno comunque, ahinoi!
-  Parrucchieri, Angela, même
-  La cicala e la formica. E l'uomo?
-  Alexis fumiste e questa roba qui
-  Ed ora alla Grecia serve tutt'altro
-  La Grexit sarebbe una catastrofe... Ma ci credete ancora?
-  Lontan dal serio, vicino alla tragedia
-  Per non so quale Dio, per un futile premio
-  Lo raccoglieremo. Strada per strada
-  Una cosa da cani
-  Blatter gentil farfalletta, le elezioni ed una cosetta su occupazione e PIL forse da sapere
-  Il voto spagnolo, la mano invisibile, i bambini ciechi
-  Un trimestre non basta, ma nessuno lo dice
-  «Siam pronti alla vita, la vostra!», cantate con noi
-  L'Italicum è legge: non più il suffragio universale
-  Il Parlamento e la fiducia: mica la stessa cosa
-  Di economia e di morale, in questa radiosa mattina di aprile
-  Quanto meno sia possibile, annunciare
-  Occhio al refuso, ignoto ed eroico revisore del Def
-  Finché è andato giù
-  Gli angeli in cielo ed i morti per terra: che poi non sono due cose, sono la stessa
-  Questo battere feralmente la grancassa
-  Il risparmio privato all'impresa: troppo intuitivo per essere vero?
-  Otto minuti, lo schianto
-  Lo sguardo tra il lamentevole e l'ammiccante del macaco
-  Il rosa è un colore da femmina
-  Il bazooka di Draghi, l'imbuto del credito
-  Venite al forum del 5 marzo. Impareremo a pensare impresa
-  La Ue ci promuove. Per non chiudere la scuola
-  Gli uomini neri, il sangue, la spiaggia: vogliamo smetterla di assecondare la fine?
-  Il buco di MPS: non è la senese la paura maggiore
-  Caro Alexis: ma sei venuto a cercare coraggio in Italia?
-  La litania del Presidente, e dei defunti
-  La scelta del Presidente. E non gli pare vero agli esarchi dell'abbacchio
-  La nuova BCE: Pago io ma rischi tu
-  Le Banche centrali nazionali ed il loro internazionale patatrac
-  Houellebecq, Voltaire e sua divinità lo sbrago
-  Parigi, matite e sangue: ma non guerra
-  Degli italiani illustri, dell'illustre mentire
-  Qualcosa che nemmeno Dio sa fare
-  E invece è un maiale
-  Non svenite bambini ché non si conviene
-  Il nero del «Mondo di mezzo», dell'esistenza il niente
-  Sul fondo tre cose: l'Indice Markit, il senso di tutto ed i barbi
-  Un più che meraviglioso, ministeriale tempismo
-  Nemmeno se Atlante, nemmeno se Odell, nemmeno se il Goblin
-  «La rabbia cieca» delle piazze e il suo facile perché
-  Mancio e recessione are back? Non la strategia della tensione, non ancora
-  Abbassare la testa: il civismo perfetto
-  A Draghi Mario, professore esimio, presidente e gran pietrificator di salme
-  «Il lavoro non sia luogo di scontro politico», dici, Matteo? Ah no?
-  Attenzione a vendere MPS. Il CSR di Varini Publishing dice "Buy"
-  Gli stress test della Bce, il vertice governo-sindacati: due cortesi irrisioni
-  Due famelici rettili, tra le rovine, a sbranarsi
-  Dell'indice ZEW, della Cina, di Ser Ciarlino
-  Venghino signori, venghino! È arrivato Cartesio, il domatore d'orsi
-  Il Def chagalliano, e poi la bohème
-  Che abissale, baudelairiana differenza
-  «Credo non sia fantascienza immaginare», o dei pericoli della gestalt renziana
-  I tagli, le canne le Tltro
-  La stella della sera non è Venere
-  «Al Colorado bar, vicino a Pero, dove ci sono le raffinerie»
-  Di tutto, dei crimini, dei criminali, degli assolti
-  I confini dell'universo e la finanza dei prestigiatori
-  Non consegnate i balocchi al Re dei topi
-  I mille fiabeschi giorni a partire da venerdì
-  La stessa mano artigliata
-  Matteo che dici agli italiani
-  Fosse solo che non vogliono i dossier di Cottarelli: è che fanno lo stesso con i diritti umani
-  Ché poi la luce si spegne, o della tassazione insostenibile
-  Di fine luglio al Plaun da Lej Resort
-  La Concordia torna a galleggiare, l'Europa non ha mai smesso di affondare
-  In campana ragazzi: è la distribuzione dei pesci gonfiati!
-  Brasile 1 - Germania 7: «Dai, datecene uno bravo»
-  Il giorno perfetto è quello di Lazzaro
-  La perfetta distanza di Dio
-  Ypres, le rovine, il vertice europeo, i metatesti barocchi
-  I selezionatori, i derubati contribuenti, gli allocchi
-  Ragazzi, è tornata la voglia di borsa! Preparate il carro per la Luna!
-  Il "Superindice" della supercazzola
-  La disoccupazione giovanile: l'ultimo velo di Yorick
-  L'ultimo giro di valzer
-  «Guardate che potrebbe andarvi peggio», dicono ai disperati
-  Il Pil torna negativo: ma con che faccia dite «a sorpresa»?
-  Ci risiamo. Il malaffare protervo che ti irride
-  Del "Dna espanso" e dei marziani che credono a Marchionne
-  Berlusconi e i poliziotti plaudenti: una redenzione ridicola e l'altra derisa
-  La partita del cuore, la chirurgia al cuore: per quanto ancora non saranno la stessa cosa?
-  I buchi neri bancari: nessun Stephen Hawking verrà mai a confutarne la teoria
-  "Adieu au langage", e ti si schiude il senso - Omaggio a Jean-Luc
-  La Cina, i suoi economici guai, il suo sistema bancario fantasma. Come sue certe spose
-  Il Signore delle mosche ora spinge le ragazzine dal balcone
-  Nel paese dei barbagianni l'inverosimile è già verità
-  «Qui sarà vedere con l'immaginazione» o dell'Italia da una moto
-  Perché scartate i buoni professori e tenete i mediocri?
-  Il corvo e la volpe: indovinate la volpe chi è
-  Sinferopoli, dove Dio non gioca a dadi ma a rimpiattino sì
-  Approvato alla Camera l'Italicum: Politica 0 - Restaurazione 1
-  Tra indignate biancovestite, rassicurazioni e fatal quiete
-  La riforma dell'andare a testa alta
-  Perché la meraviglia di Chesterton, Matteo? Avevi lo stilnovo.
-  L'esecutivo snello, che quasi non lo vedi
-  Olesya muore biancovestita
-  Ieri, 18 febbraio, il giorno degli spettri
-  Matteo e le cose che gli piacciono
-  Di Criaco, Bettino, della staffetta e della politica come psicolinguistica
-  La "disciplina di bilancio": Ideal für kinder
-  A Daria, dalle domande talvolta incivili
-  FCA: puntare sui ricchi, o dell'indecenza
-  La privatizzazione di Poste: «Tieni il cliente sulla ruota panoramica»
-  Sempre, comunque, a battere le mani
-  Per fare come Obama
-  Caro Presidente, l'intelligenza è coraggio
-  Come le sette fanciulle offerte in pasto al Minotauro
-  Le banche italiane salvatele voi. Signorsì
-  Nei giorni scorsi a Torino
-  I dolorosi misteri dell'italica impresa
-  Non ce la fanno
-  La forza più eversiva: il buonsenso
-  La previdente prestidigitazione
-  Le riforme dai capelli rossi
-  Mamon shel sheqer
-  A capo chino, con le tue ceneri in mano
-  Non l'ha fermata nessuno
-  «Sempre stenta chi mal si contenta»
-  Il salvataggio di Alitalia: festeggiamo, ma perché?
-  La strage di Lampedusa: l'Inesistente che ride in mezzo al mare
-  «Possiamo dire con triste certezza»
-  Il caso Telecom, o della leggerezza di piombo
-  La nave dei folli
-  «Combatti o scappa», che tu sia investitore, oppure Fiat
-  Il Berlusca e il metodo morelliano
-  La crisi siriana: arrivano i nostri?
-  «Teresa ha gli occhi secchi, guarda verso il mare»
-  La bella che Jean sta abbracciando in foto
-  La bellezza incivile della sopravvivenza
-  L'"Osservatorio finanziario" di Varini Publishing, per non stupirvi troppo del mercato
-  Gli analisti cinesi e l'incredibile storia del big fish
-  Disoccupati al 12% ma Alfano ritrova la bici rubata
-  Fiori in Vaticano, quanti mai prima
-  Il pacco dalla sottosezione, dal sottosuolo
-  Sembrano dire «Auguri!»
-  In vista solo baci con lo schiocco
-  Le ali si sciolgono lontano dal sole
-  Saremo più brutti di quanto già siamo
-  La nuova misura per la crescita: il trompe-l'oeil
-  Il macellaio cinese, gli operai in crosta di sale
-  Non si chiede il martirio a nessuno: si chiede la decenza
-  Tim, il Graal e i monasteri d'Irlanda
-  Le utopie di Hollande, la strada, il tamburino
-  Mai pensato potesse essere vero?
-  Di Giulio, del luogo in cui «anche le pietre pensano»
-  «La cosa mi faceva andare in bestia»
-  «Mi sembrava tranquillo, ben vestito»
-  Lettera a Beppe
-  C'è un cuore di tenebra nel mondo
-  BB, gli struzzi e lo stratega farlocco
-  L'attesa di Bersani, la bestia nella giungla
-  La saggezza, la grande serietà e il grande impegno
-  Enzo: la nobiltà del sorriso
-  Il governo scolpito «per via di torre» o dell'assolutismo illuminato
-  Non c'è rimasto tempo, ma speranza
-  A Pietro che al cielo preferiva la terra
-  Rischio contagio, ma di imbecillità
-  Un gesuita che predica agli uccelli
-  Veni creator Spiritus, non solo per il Conclave
-  Il peso dei secoli, l'incertezza - A David
-  L'uomo mascherato e il suo panciotto
-  Che sarà mai?
-  L'Italia è promossa
-  Monsieur Monti, le nouveau gaffeur
-  La democrazia dev'essere altro
-  Strane coincidenze, assordanti grugniti
-  «Sanctamque eius Matrem Mariam imploramus»
-  Obama alla cerca delle noci
-  Si sabrá mas el discipulo?
-  La verità è l'unico interesse nazionale
-  La rosa di Montaigne e Montepaschi
-  L'hedge fund del "Mangia"
-  Christine degli spiriti
-  L’apoteosi del disgiunto, tra mutilazioni, barbarie e cineserie della ripresa
-  Rubare una vita che è?
-  L'imperio del medio e il suo campione
-  "Mamma li turchi", a salvarci
-  Dalla costellazione del Drago
-  Forse che sì, forse che no
-  Lebensraum
-  "Pacchia" da pacho, tra i doni e la neve
-  Che Mariomonti non sia Lohengrin?
-  Altezza media: 85 cm
-  Il pangolino e il pellicano
-  Lo squalo di Befera, come quello di Hirst
-  I costruttori
-  Il fazzoletto verde, bianco, rossissimo
-  Si chiama eccidio
-  Placidamente, come in un tourbillon
-  Una sola narice e le fiamme d'Inferno
-  Matteo, bimbo moderno
-  «Four more years»
-  Elsa, San Siro e lo stato del mondo
-  «A guisa di lanterna»
-  La Tobin Tax non basta, senza San Tommaso
-  Il cielo sopra (o sotto) ogni città del mondo
-  Mitt delle baionette e le statistiche pilotate
-  San Giorgio, prefetto di Napoli
-  Profumo di decadenti fantasmi
-  La colpa morale
-  L'avevate creduto davvero?
-  «Soltanto, mi induca...»
-  McDonald’s e il pascoliano fanciullino
-  Rompersi l'ossa non basta
-  Farina: confessa!
-  L’eloquente fisionomia di Pac-Man
-  Candide, o della psicoanalisi
-  L'iPhone 5 Fabergé
-  «Disseccai una rana»
-  La mela e i due serpenti
-  «Che più che gente sembrano foulard»
-  La tv dei ragazzi a Detroit
-  Robert il sicomante
-  Ecce Mario
-  Nei giorni più fortunati puoi imparare due cose
-  Lo spettro della povertà e le confessioni indotte
-  «Can we all slow down and enjoy right now»
-  Cronica della campagna d'autunno
-  E preferire le curiosità giovanili e terrestri?
-  I Draghi fraintesi sono fumo
-  Le mani di legno congiunte e i capelli scuri di Franziska
-  Mario Draghi, cinesi
-  Gettar terra sulle radici
-  L'estate di Mario
-  Spine d'agave e coltelli d'ossidiana
-  Il necessario rinunciabile nella banlieue
-  Pistole ad acqua dallo spazio profondo
-  Barclays, la calzamaglia di Gianni Magni, il cagnolone in luglio
-  Tender blue boy
-  Invettiva agli apallici nel giorno del pallone
-  Velluto blu in lavanderia
-  Filippo Negroli, armiere meneghino, cittadino
-  L'effetto farfalla dalle ali di dragone
-  La suora giovane, che vien dal labirinto, con la cioccolata
-  Il sospetto di Sophie, poi il precipizio
-  Il ragazzo, il marine e la trasformata di Fourier
-  Sugli abiti i riflessi del Tamigi
-  Una ginestra a Cavezzo, provincia di Modena, due passi da Concordia
-  «Ultimo viene il corvo» e la morale dopo
-  De humana physiognomonia e del social network
-  La rettorica del perseguir gli opposti
-  Prodigium multo taetrius
-  Pietà l'è morta
-  Odisseo sul pedalò, in una poco metafisica stanza
-  A briglie sciolte, ma su qual cavallo?
-  «La somma dell’intelligenza sulla terra è costante. La popolazione è in aumento»
-  Palatine, crepuscolari rodomontate
-  Una lampada Tiffany per Molly
-  Dell'incertezza endogena
-  Al precipizio con da modesto a moderato incedere
-  Mario è il mago
-  Cabeza de toro. O forse d'altro.
-  Il girotondo, la spada e la soglia
-  Le tribolazioni di un insubrico in Cina
-  Le poco insolite abitudini di Mastro Titta
-  «C'è molta speranza, ma nessuna è per noi»
-  «In un momento di squilibrio mentale» - Ad Alan Turing
-  Gesù bambin ant l'ort
-  Sor Pampurio alle porte d'abisso
-  Pierrot fumiste e le energie in catene
-  La mandorla, la colonna di nube e i serafini
-  Tra John Wayne e donne irrequiete a Chiasso
-  Babar a Marylebone High Street
-  Dall'enigma della politica alla politica dell'enigmistica
-  «È bene necessario parere di averle»
-  Il cielo è plumbeo, l'asfalto viscido di pioggia
-  La Mela e i biscotti di Atlante
-  La soporosa focaccia della veggente
-  Il principio di ogni sovranità
-  Cannoni d'acciaio a Versailles
-  «It’s too stupid to believe»
-  Troppo turchino, debordante, in ogni dove
-  Das Unheimliche
-  Superior stabat lupus
-  E chiedere a Fitch il downgrade dei terremoti?
-  Quando si chiude, quasi non lo senti
-  Il sapore di Madeline
-  La gaia scienza dell'evanescenza
-  Il giavellotto di Von Clausewitz
-  Tra vocali e mantidi come B52
-  Tobin... Mumble... mumble... Boooom!
-  I cavalieri che (quasi) fecero l'impresa
-  Come tessere policrome in facciate moresche
-  Su pe' tetti, come i gatti
-  Fra Martino
-  Di salari, aragoste e atomiche utopie
-  L'anatra incatenata o Sarkozy
-  Le sirene degli Stukas
-  Don Giovanni
-  Il letto di giustizia
-  Lo zombie sul divano
-  Il Dow è il Gruppo del Puez
-  Il pifferaio di Hamelin
-  Georges de La Tour: il giglio, la candela
-  «Non c’è nulla di più ingiusto»
-  Questo è il bowling
-  Oltre il giardino
-  Alice, i draghi
-  Il Burberry di Fabrizio Del Dongo
-  Non credete ai miracoli
-  Le streghe americane e Schopenhauer
-  11.11.11
-  «L'Italia è finita!». Si desti!
-  Quel lunedì che invertirono i tassi
-  Al grande trasparente
-  Alla sorte, un cartello
-  L'è el dì di Mort, alegher!
-  "I grandi investitori" di Glen Arnold: value investing vs growth investing
-  Presentazione


Trading Direzionale
Trading Direzionale
Neural trading
Neural trading